Oice | Roma, 22 giugno

2° Forum internazionale Oice sul Bim: digitalizzazione e best practice internazionali

Il Forum si svolgerà il 22 giugno a Roma e vuole fare il punto sull'attuazione in Italia della progettazione Bim, conoscere lo stato di avanzamento delle software house italiane, conoscere i risultati del progetto Oice-Bim di sperimentazione reale di progettazione 3d su due interventi affidati da committenti pubblici.

Il Building information modelling è stato introdotto nel nuovo Codice appalti pubblici ed è già in uso da anni a livello internazionale, ma a breve sarà obbligatorio per le amministrazioni pubbliche. Il Bim migliora le fasi di progettazione, costruzione, manutenzione e gestione di immobili e opere pubbliche e private, contribuendo ad una sensibile riduzione dei costi e al miglioramento dell’efficacia delle risposte, attraverso l’utilizzo di progettazione 3d e di software specifici.

Il 2° Forum internazionale Oice sul Bim quest’anno si svolgerà il 22 giugno 2017 a Roma, presso l’Aldrovandi Villa Borghese (dalle ore 9.15) ed ha come obiettivi :

  • fare il punto sull’attuazione in Italia della progettazione 3d attraverso il Bim (Building information modelling) e l’Information management
  • confrontare la realtà italiana con quella internazionale (Usa e Australia) per comprendere gli sviluppi futuri della  digitalizzazione del settore delle costruzioni
  • conoscere i risultati del progetto Oice-Bim di sperimentazione reale di progettazione 3d su due interventi affidati da committenti pubblici
  • ascoltare il punto di vista delle istituzioni pubbliche, degli operatori pubblici, della committenza privata e del mondo internazionale;
  • verificare il livello di avanzamento delle tecnologie con le più importanti software house nazionali e internazionali

Il Forum si avvarrà della partecipazione di autorità del panorama scientifico e politico, tra questi:

  • Pietro Baratono, presidente della Commissione Mit,
  • Massimo Sessa, presidente Consiglio superiore dei ll.pp,
  • Michele Corradino, consigliere Anac,
  • Vittorio Armani, presidente Anas,
  • Carlo Carcanigo, ad Italferr,
  • Gabriele Buia, presidente Ance,
  • Silvia M. Rovere, presidente Assoimmobiliare,
  • Anthony Barry, board member Fidic,
  • esponenti del mondo accademico (prof. Messner della Penn State University e il prof. Succar dell’Università di Newcastle-Australia).

L’approccio sarà molto concreto, con l’illustrazione dei risultati della sperimentazione basata su due case study nell’ambito del progetto Oice-Bim, coordinato da Antonio Vettese (componente della Bim Task force di Efca) e con le principali software house del settore Bim (Allplan, Autodesk, Bentley, Graphisoft e Sta Data) che illustreranno l’approccio tecnico alla tematica e risponderanno ai partecipanti.

Per scaricare il programma completo clicca qui