Agenzia del Demanio | Valore Paese

Cammini e percorsi: 47 offerte per il primo bando del progetto

Sono arrivate 47 offerte da tutto il mondo per il bando Cammini e Percorsi, l’iniziativa per recuperare gli immobili pubblici situati lungo i tracciati storico-religiosi e le ciclovie italiane. Da metà gennaio sono aperte le procedure progettuali per ogni offerta.

Dall’Agenzia del Demanio la notizia della prima seduta pubblica della commissione di gara che aggiudicherà gli immobili inseriti nel primo bando del progetto Cammini e Percorsi. Si tratta dei dati riferiti alle offerte per le strutture dello Stato proposte in concessione gratuita per 9 anni a imprese, cooperative e associazioni costituite in prevalenza da under 40, a sostegno dell’imprenditoria giovanile e del terzo settore, come previsto dal dl Turismo e Cultura n.83 del 31.5.2014.

Recupero di immobili per il turismo lento

Cammini e Percorsi ha l’obiettivo di promuovere il turismo lento attraverso il recupero di immobili pubblici situati su percorsi ciclopedonali e tracciati storico-religiosi da trasformare in contenitori di attività e servizi per i viaggiatori e la risposta del mercato è risultata molto vivace, confermando le attese dopo l’enorme attenzione suscitata dal progetto sia in Italia che all’estero nella fase della consultazione pubblica.
Sono 47 le offerte arrivate in commissione, 14 delle quali dall’estero, da 33 partecipanti: 8 cooperative, 9 associazioni e 16 imprese.

Ex postazione antiaerea ad Alghero.

Le preferenze

A seguito della prima lettura delle offerte arrivate, l’immobile che ha suscitato maggiore interesse è una ex postazione aerea ad Alghero, con ben 10 concorrenti tra cui un’associazione parigina, seguita nelle preferenze dalla Torre Angellara di Salerno, che ha 8 proposte di recupero di cui una proveniente da Los Angeles, e da un ex convento in provincia di Avellino che ha ricevuto 4 offerte, una delle quali dal Texas.
Molto amati risultano anche l’ex ufficio postale nel centro storico di Caserta e una piccola stazione di vedetta a Capo Feto, vicino Trapani, che hanno ricevuto 3 offerte ciascuna.

Torre Angellara a Salerno.

Numero delle offerte per immobile:

  • Ex Postazione Antiaerea ad Alghero (Lotto 25): 10 offerte
  • Torre Angellara a Salerno (Lotto 7): 8 offerte
  • Convento San Marco a S. Angelo dei Lombardi (Av) (Lotto 5): 4 offerte
  • Ex Ufficio Postale a Caserta (Lotto 6): 3 offerte
  • Stazione Di Vedetta Capo Feto a Mazara del Vallo (TP) (Lotto 27): 3 offerte
  • Abitazione canale lusenzo – Via Foxia a Chioggia (VE) (Lotto 29): 3 offerte
  • Abitazione Canale Lusenzo – Via S. Felice a Chioggia (VE) (Lotto 30): 3 offerte
  • Casa Del Fascio a Ro Ferrarese (FE) (Lotto 8): 2 offerte
  • Torre Della Bastiglia a Serramazzoni (MO) (Lotto 9):2 offerte
  • Rustico Casa Cantoniera a Latina (Lotto 11): 2 offerte
  • Appartamento a Campomarino (CB) (Lotto 18) : 2 offerte
  • Appartamento a Barile (PZ) (Lotto 2):  1 offerta
  • Torre S.Francesco a Trapani (Lotto 28): 1 offerta
  • Ex ufficio agenzia delle entrate a Mileto (VV) (Lotto 3): 1 offerta
  • Villetta A Schiera a Lardirago (PV) (Lotto 12): 1 offerta
  • Fabbricato Residenziale a Potenza Picena (MC) (Lotto 13):1 offerta
    Convento San Marco a S.Angelo dei Lombardi (Av).
Ex ufficio postale aCaserta.

Le proposte progettuali a metà gennaio

Le prossime sessioni pubbliche della commissione si svolgeranno a metà gennaio 2018 e prevederanno l’apertura delle proposte progettuali di ogni offerta.
Le valutazioni della commissione si baseranno unicamente sugli elementi qualitativi dei progetti presentati soprattutto in riferimento alla coerenza con la filosofia e le finalità dell’iniziativa: l’ipotesi di recupero e riuso del bene dovrà infatti prevedere nuove funzioni in grado di offrire servizi al viaggiatore, oltre che tutelare il carattere storico e identitario dell’immobile e del contesto in cui è inserito. La commissione terrà poi conto delle potenzialità della proposta sia in termini di sviluppo turistico, e relativo beneficio economico e sociale per il territorio, sia in termini di promozione  dello slow travel.
Infine, tra i fattori che incideranno sul punteggio della proposta anche la sostenibilità ambientale e le specifiche azioni previste per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente, come ad esempio l’uso di materiali bio-eco compatibili e le azioni volte alla  riduzione dei consumi e all’implementazione di fonti rinnovabili. Prevista per fine febbraio 2018 la chiusura di tutta la gara.

Stazione di vedetta a Capo Feto a Mazara del Vallo (Tp).

Secondo bando

L’iniziativa Cammini e Percorsi prosegue intanto con il secondo bando appena pubblicato, che questa volta ha messo in gara gli immobili di maggior pregio, ville, castelli e masserie, che per essere riqualificati richiedono investimenti consistenti, da affidare in concessione di valorizzazione fino a 50 anni con un canone di affitto e un progetto sostenibile che ne preveda il recupero e il riuso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here