Ricettiva

Costruire in Laterizio | Studio KO

Marrakech: Museo Yves Saint Laurent

Il Museo celebra l'arte del grande stilista e il suo profondo legame culturale con il Marocco, richiamato attraverso efficaci scelte progettuali: dall'impostazione tipologica della pianta, all'uso di materiali nativi come mattoni e pietra locale, al linguaggio figurativo che rimanda a trame geometriche e decorative, tipico del mondo berbero.
Costruire in laterizio | Chiesa di St. Willibrord

Heinz Bienefeld: aperture murarie

Nel progetto per la chiesa di St. Willibrord la ricercata disposizione dei mattoni faccia a vista in corrispondenza delle aperture evidenzia l’eccezionale capacità di Heinz Bienefeld nel controllo tecnico e compositivo del dettaglio costruttivo.
Costruire in laterizio | Colonia-Blumenberg, Germania

Heinz and Nikolaus Bienefeld: chiesa cattolica e centro parrocchiale

Heinz e Nikolaus Bienefeld hanno realizzato a Colonia-Blumenberg un edificio multifunzionale, all'interno della chiesa e delle stanze della parrocchia dove, abbandonando lo stilismo e il formalismo modernista, interpretano in modo contemporaneo un edificio eterogeneo attraverso elementi tecnologici e materiali messi in relazione con la tradizione costruttiva tedesca.
Edilizia sostenibile | Startup, Porto Ceresio, Varese

Botel diffuso dei Laghi: l’albergo galleggiante 2.0

Dalla scelta di non avere la necessità di nessun collegamento alla rete elettrica fino ad arrivare alla totale assenza di immissioni nell’ambiente circostante: queste le premesse che hanno fatto di Botel 2.0 una struttura capace d’inserirsi in modo armonioso nel contesto che la ospita. Il sistema di galleggiamento è composto da lastre di pvc composito a portanza differenziata e un sistema collaborante di telaio in alluminio.
Edilizia per il culto | Marina Tabassum

Costruire in laterizio: moschea Bait Ur Rouf in Bangladesh

Marina Tabassum, attenta alle tradizioni culturali e storiche del luogo, rende omaggio all'architettura religiosa islamica del passato progettando un edificio religioso composto da tre volumi, inseriti l'uno nell'altro, dove la luce ha un ruolo fondamentale e vengono utilizzati materiali di costruzione con saggezza e maestria.
Costruire in laterizio | Chiesa cattolica di St. Marien

Onde murarie tra terra e cielo

Nel progetto «church at the sea», l’idea di riprodurre una muratura a forma di onda si fonda su uno stretto rapporto con il contesto, vicino al mare, e sull’evocazione di una tensione dell’edificio verso il cielo, enfatizzata dalla scelta di una copertura trasparente.
Edilizia per il culto | Zoltan Győrffy

La Chiesa cattolica di San Giorgio in Ungheria

Anche se per altezza e volume si distingue dagli edifici circostanti, la nuova Chiesa cattolica di Debrecen sembra essere complementare all'ambiente in cui è stata inserita, sia per i materiali utilizzati (quasi interamente realizzata con rivestimenti in muratura) sia per le forme architettoniche scelte: quelle di una grande tettonica ‘casa comune’, caratterizzata da un unico grande tetto a due falde e un campanile.
Edilizia per il culto | La Playosa, Córdoba, Argentina

Cappella San Bernardo di Nicolás Campodonico

La cappella, dispersa nell'immensità delle pianure dell'Argentina, è interamente fatta di mattoni. Non ha impianti e, nello spazio principale, il grande buco della cupola si apre ai raggi del sole. Le forme quadrate riconoscibili esternamente si trasformano all’interno in volte, semisfere, pareti curve, che definiscono la sua mistica espressività.
Produzione | Stiferite

Edilizia socio-sanitaria: i nuovi edifici sempre più sostenibili ed energeticamente efficienti

La nuova Casa di Riposo di Verderio è realizzata in legno lamellare ed è isolata con un sistema a cappotto che utilizza i pannelli Stiferite Class Sk ed è stata dotata di un impianto geotermico per l’utilizzo di fonti d'energia rinnovabile.
Edilizia ricettiva | Riqualificazione sostenibile

Zero-Gravity: da area in disuso a centro ricreativo polifunzionale

Ideato dall’ing. Andrea Poffe e realizzato grazie alla sinergia con Uisp, il centro polifunzionale Zero Gravity è stato realizzato dall’impresa Magnetti Building che ha garantito una struttura efficiente energeticamente e armonizzata con l’ambiente circostante. Utilizzati pannelli di copertura supertermici con coibentazione in fibra minerale, guaina impermeabilizzante sistema Acqua-Stop e pannello matrice Reckli 2/128 Hudson.