Cortexa | Incarichi

Consorzio Cortexa: Diego Marcucci è il nuovo presidente

Tra i suoi punti programmati lo sviluppo del sistema a cappotto, il consolidamento del dialogo tra le istituzioni, la necessità di dar vita a un sistema d'incentivazione fiscale per gli investimenti sui condomini di medie e grandi dimensione dove ora è ancora difficile far adottare il sistema a cappotto.

Cambio al vertice del Consorzio Cortexa: Diego Marcucci, marketing manager di Cromology Italia, è il nuovo presidente e succede a Gianluca Ciroi. Di seguito alcune sue considerazioni sul mercato di riferimento, sull’evoluzione del quadro normativo del settore e sugli obiettivi del consorzio.

marcucci_cortexa

Diego Marcucci | Neo presidente Consorzio Cortexa.

Diego Marcucci | Neo presidente Consorzio Cortexa
«L’obiettivo primario di Cortexa nel breve termine, ritengo sia quello di continuare a incrementare la propria visibilità sul mercato. Per promuovere la cultura del Sistema a Cappotto occorre primariamente che Cortexa sia conosciuta da tutti gli attori della filiera e che tutti riconoscano nel consorzio un punto di riferimento per affrontare correttamente il tema dell’efficientamento energetico e del miglioramento del comfort abitativo. Nel medio e lungo termine dovremo sicuramente lavorare sull’ampliamento del consorzio stesso, favorendo l’ingresso delle aziende che ne condividono lo spirito e che, più in generale, favoriscono quotidianamente e concretamente lo sviluppo dell’edilizia di qualità mediante l’adozione del cappotto. Infine, di pari importanza è l’implementazione e il consolidamento di un dialogo diretto con le istituzioni, affinché tutto il sistema si muova in maniera compatta verso i grandi temi dell’efficientamento energetico e della riqualificazione del patrimonio edilizio nazionale.

Dettaglio del sistema a cappotto su facciata.

Dettaglio del sistema a cappotto su facciata.

Il mercato dei sistemi d’isolamento
Se parliamo dell’andamento del mercato delle costruzioni nel suo complesso dobbiamo essere ottimisti ma cauti. Il sentimento è che ci sia un recupero rispetto agli anni precedenti e che probabilmente il 2016 si chiuderà con un segno leggermente positivo. Alcuni indicatori sembrano avvalorare questa ripresa. Di sicuro abbiamo la conferma che gli investimenti continuano a crescere nel segmento della manutenzione straordinaria, piuttosto che nelle nuove edificazioni.
In questa situazione il sistema a cappotto non può che rappresentare una soluzione privilegiata per la riqualificazione e la valorizzazione del patrimonio esistente. Inoltre, non ci dobbiamo dimenticare che, benché in Italia sia stato fatto tanto, c’è ancora un mercato potenziale enorme, in particolare sui condomini di medie-grandi dimensioni.

cappotto_8_condominio_ud_rgb

I condomini al centro delle strategie del consorzio.

La normativa
Sul fronte normativo abbiamo ancora bisogno di uno sforzo affinché le aziende e gli operatori che lavorano per l’edilizia di qualità siano “premiate” rispetto a coloro che fanno del solo prezzo l’argomentazione di vendita e, secondariamente, abbiamo bisogno di un sistema d’incentivazione fiscale in grado di favorire gli investimenti anche sui condomini di medie-grandi dimensioni dove è ancora complesso trovare una convergenza dei singoli proprietari nel dotarsi di un sistema a cappotto».




Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Imprese Edili © 2016 Tutti i diritti riservati

© 2016 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151