Interni| Cartella colori

I colori raccontano: la collezione Caparol per interni ispirati ai decenni più glamour

Lo studio dei decenni, la cultura e la storia che li ha caratterizzati si è concretizzato in un volume, «I colori raccontano» una «guida d’ispirazione creativa in una collezione colori» con la quale Caparol mette in relazione e racconta le mode e le tendenze.

Raccontare le tendenze in fatto di colori degli ultimi decenni, questo l’obiettivo che si è prefissata Caparol e che ha raggiunto con il concept «I colori raccontano». Si tratta di una selezione e una raccolta che parte dagli anni ‘50 arrivando fino ai giorni nostri. La cornice scelta per la presentazione non poteva che essere la Triennale di Milano, fulcro e punto di riferimento per il design e l’arte contemporanea.

caparol triennale evento1

Lo studio dei decenni, la cultura e la storia che li ha caratterizzati si è concretizzato in un volume, una «guida d’ispirazione creativa in una collezione colori» che mette in relazione e racconta le mode e le tendenze. Con questa guida, I colori raccontano, Caparol desidera condividere la sua visione cromatica, raccontando i decenni attraverso i colori, le nuance più significative che hanno segnato i tempi, quelli di ieri e quelli di oggi.

Gli anni ’50. Sono molti gli esperti di arredamento e di design che indicano il decennio degli anni ‘50 come l’epoca dorata dell’arredamento d’interni del XX secolo. Le case si modernizzano e nasce l’arredamento del focolare domestico. I colori si armonizzano tra di loro, con una predilezione per le tonalità pastello e leggere, che rivelano questo spirito di ricostruzione e di ottimismo.
Le tonalità. Rosa, turchese, verde menta, giallo. Una collezione di 35 colori, con toni eterei, soavi e rilassanti, Caparol vuole diffondere un’armonia ottimista, con tratti eleganti che rivelano le tendenze degli anni ‘50, e allo stesso tempo continuano a farsi notare nell’arredamento d’interni contemporaneo.

caparol triennale pannello

Gli anni ‘60. Il periodo degli anni ‘60, ha lasciato in eredità lo stile ribelle pop futurista, ispirato dall’arte psichedelica. Riflettendo i motivi caleidoscopici delle allucinazioni lisergiche, gli interni si vestono di forme geometriche, ondulate, circolari o rettangolari in toni allegri, che, partendo dal marrone, arrivano al magenta e ai suoi derivati, con sfumature a contrasto tra brillanti e sature. I nuovi materiali, come la plastica o la fibra di vetro, divennero protagonisti indiscussi, dal momento che permettevano di disegnare con maggiore libertà d’espressione e molte più possibilità di scelta.
I toni. Magenta e suoi derivati, arancione, verde, giallo, marrone, azzurro. Una collezione di 24 colori sorprendenti, con toni complementari: un dialogo tra la Pop-Art e l’arte psichedelica che rivela un movimento di sfumature tra brillanti e sature.

Gli anni ‘70. Impegnati nella ricerca di nuove forme per creare interni più naturali, con un nuovo linguaggio radicale che offre proposte più vicine alla realtà sociale. Nascono concetti di design alternativi vincolati a una riflessione filosofica e a una presa di coscienza di una dimensione globale del mondo. In linea con le idee ecologiste e di conservazione dell’ambiente, materiali come il legno, il vimini o le pelli sintetiche tolgono protagonismo alla plastica. I colori ispirati alla natura, come i toni color terra, riflettono questa ricerca di pace e l’incontro con le diverse radici.
I toni. Giallo senape, ambra, marrone terra, beige, rosa, lilla, viola. Una collezione di 30 colori composta dai 4 elementi: terra, acqua, fuoco e aria. Un’armonia planetaria, con sfumature calde e cosmiche.

caparol triennale ambientazione

Gli anni ‘80. Il Postmodernismo afferma dei principi innovativi in opposizione al design razionale. Anticlassico, si distingue per le sue linee e forme geometriche stravaganti e per l’originale uso di molti colori azzardati e brillanti. Cerca di «umanizzare» il design attraverso la personificazione degli oggetti, integrando diversi stili (Art Déco, Pop, Kitsch) senza abbandonare l’ironia.
I toni. Azzurro, fucsia, verde, giallo. Una collezione di 28 colori freschi e audaci, con grintosi toni fluorescenti. Un’armonia splendida e dinamica con sfumature brillanti.

La collezione Trends. Le prospettive dello sviluppo sostenibile, insieme al fatto di mettere in dubbio lo sperpero ostentato del consumismo si lasciano alle spalle l’effetto «lo compro, lo butto». Le tendenze sono a favore della durata nel tempo: recuperiamo, trasformiamo, ricicliamo. Dopo una lunga stagione di colori neutri, gli oggetti e le pareti tornano alla vita; rosa confetto, giallo limone, camaieu, oliva e curry convivono per ricreare interni eco-utili. In alcuni casi, i toni leggeri conquistano le pareti. In altri casi, i toni più vivaci vincono in personalità. E in funzione dei colori, gli ambienti si differenziano.
I toni. Il rosa, il giallo, il mandarino e il mango, il blu celeste e oceanico insieme al verde, nei toni oliva, curry o mela, i toni rossicci e viola. Una collezione di 25 colori naturalmente acidi, con toni leggeri, tranquilli e rilassanti. Un’armonia risplendente, con toni spontanei ed esclusivi.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here