Integrazioni

Invecchiamento cromatico

Restauro conservativo delle superfici marmoree, a intonaco e bronzee della cappella funeraria dei conti Benso di Cavour a Santena (To).
Il restauro delle superfici bronzee è avvenuto tramite una spolveratura preliminare, la verifica degli aggrappi alla muratura e del distacco delle parti pericolanti. Il trattamento di pulitura è avvenuto con acqua deionizzata, nebulizzata, a bassa pressione, cui è seguito un cauto intervento di tipo manuale-meccanico con spazzole e bisturi.

La tomba della famiglia dei Benso di Cavour, accanto al complesso del castello, si trova al di sotto della cappella di famiglia fatta costruire nel 1715 dal conte Carlo Ottavio Benso, in adiacenza all’abside della chiesa parrocchiale.

La cripta venne edificata su progetto dell’arch. Barnaba Panizza nel 1861 dopo la morte di Camillo e fu oggetto di aggiornamenti e modifiche negli anni Novanta dell’Ottocento e di un consolidamento nel 1932.
Le pietre per la facciata esterna, sagomate e martellinate a grana fine, provenivano dalle «cave del Malanaggio», mentre l’interno, composto da lastre decorative, lesene, colonne, capitelli e soprastanti cornicioni fu costruito in marmo nero di Saltrio.
Le volte e le cornici in stucco lucido nero sono opera di Giovanni Cremona e l’altare in bronzo fu realizzato nel 1890-91 da Domenico Barzaghi. Negli stessi anni il pavimento, originariamente in battuto alla veneziana, fu sostituito con l’attuale, in grandi lastre di «marmo Saltico» e furono aggiunti tutti gli elementi decorativi in bronzo, comprese le conchiglie per fissare le lastre dei loculi, che vennero sottoposti a interventi di «patinatura, limatura e pulitura».

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here