Enrico Prandini | Komatsu Italia

La situazione in Italia? Distribuzione e produzione secondo gli standard europei

La dichiarazione di Enrico Prandini, amministratore delegato Komatsu Italia e Komatsu Utility Europe, in merito alla situazione di Komatsu in Italia, tesa a tacitare le voci errate che circolano sulla situazione dell'azienda nel nostro paese.

«Nel corso degli ultimi mesi, sono circolate voci non solo confuse ma addirittura errate circa la situazione di Komatsu in Italia. Vorrei perciò ribadire ulteriormente quanto da noi già dichiarato in precedenza, sia sulla stampa, sia sui social: per il Gruppo Komatsu, l’Italia rimane con l’Europa un’area importante e fondamentale.

Enrico Prandini, amministratore delegato Komatsu Italia e Komatsu Utility Europe.

L’evoluzione che sta oggi interessando la nostra azienda riguarda unicamente la distribuzione del prodotto in Italia che è stata affidata (e in alcune aree lo sarà nei prossimi mesi) a una serie di distributori esclusivi, molti dei quali sono già attivi da anni sul territorio. Tali distributori risponderanno direttamente a Komatsu Europe, acquisendo così lo status, le competenze e le esperienze di tutti i distributori a livello europeo e mondiale.
Comprendiamo che, come tutti i momenti di cambiamento, anche questo periodo possa essere oggetto di interpretazioni soggettive ma la realtà è che la nuova organizzazione per il mercato italiano è già chiara e ben definita. Non solo; il modello distributivo di cui ci stiamo dotando ha già dimostrato la propria efficacia, in quanto da tempo adottato con risultati estremamente positivi in diversi altri paesi europei.
Nel contesto di questo nuovo assetto, è chiaro che le funzioni di Komatsu Italia spa sono destinate a essere gradatamente assorbite all’interno del gruppo in quanto Komatsu Europe fornirà direttamente il supporto necessario con personale altamente qualificato.
Per quanto concerne infine lo stabilimento produttivo di Este, teniamo a sottolineare come esso sia attualmente considerato uno tra i più avanzati centri di produzione Komatsu nel mondo e dunque ritenuto imprescindibile nel futuro produttivo dell’azienda a livello globale. Costantemente alla ricerca di nuovi assetti e di soluzioni migliorative, la fabbrica di Este sta anzi scrivendo oggi un’ulteriore, importante pagina della propria storia: in assoluta anteprima, vi possiamo infatti comunicare che da alcuni mesi abbiamo dato il via alla produzione di una nuova classe di macchine.
Alla linea Utility (macchine inferiori alle 12 tonnellate: terne, midi escavatori, mini escavatori, skid steer loaders), lo stabilimento ha infatti affiancato la produzione dell’escavatore cingolato Pc138us-10.
Nel prossimo settembre
, l’azienda di produzione italiana festeggerà inoltre l’importante anniversario dei cinquanta anni di fondazione, con la partecipazione del management Komatsu e dei maggiori esponenti della rete distributiva italiana e europea; un traguardo importante e una solida base per un futuro di successo.
Oggi, più che mai, per tutte queste ragioni, il mercato italiano può perciò contare sulla tecnologia e l’affidabilità di Komatsu per affrontare il futuro con fiducia e rinnovato entusiasmo».
Enrico Prandini, amministratore delegato Komatsu Italia e Komatsu Utility Europe

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here