Legge di Stabilità | Ristrutturazioni

Edilizia: detrazioni fiscali per il 2014

Prorogate a tutto il 2014 le detrazioni fiscali per il recupero edilizio (50%) e il risparmio energetico degli edifici (65%), utilizzabili fino al 30 giugno 2015 per le parti comuni degli edifici condominiali. Dal 2015 la detrazione scenderà al 40% e quella sul risparmio energetico al 50%. Detrazione Irpef e Ires al 65% sulle misure antisismiche dell'abitazione principale e delle costruzioni adibite alle attività produttive.

Le conferme per gli interventi di ristrutturazione edilizia contenute nella legge di Stabilità per il 2014 riguardano per l’intero anno la super detrazione Irpef del 50% relativa ai lavori di ristrutturazione edilizia e quella Irpef e Ires del 65% per gli interventi sul risparmio energetico. Verrà invece ridotta al 40% e al 50% nel 2015.

È stato raddoppiato il tetto di spesa a 96mila euro e sono state confermate le detrazioni per i mobili e gli elettrodomestici ad alta efficienza energetica collegati alla ristrutturazione (con un tetto 10mila euro).
Entrando nel merito, alle conferme però sono state legate le progressive riduzioni fino al ritorno al 36% nel 2016 per le sole ristrutturazioni edilizie. In particolare, nel 2015 i due incentivi della ristrutturazione edilizia e del risparmio energetico verranno abbassati al 40 e al 50%, dall’anno successivo rimarrà in vigore solo la detrazione per la ristrutturazione edilizia con un limite di spesa di 48mila euro per unità immobiliare.

Per gli interventi di manutenzione, restauro, risanamento conservativo viene confermata l’impostazione iniziale del disegno di legge che prevede l’aumento della detrazione Irpef dal 36 al 50% e saranno ricompresi nelle agevolazioni gli interventi per i quali sono stati effettuati i pagamenti a partire dal 26 giugno 2012 fino al 31 dicembre 2014.

È prorogata anche la detrazione per le spese di realizzazione dei box pertinenziali. Cambiano invece i limiti di spesa che da 48mila euro arrivano, per il 2014, a 96mila euro: a partire dal 2015 la detrazione si ridurrà al 40% e l’importo detraibile sarà di 48mila euro, nel 2015 di 38400 euro e nel 2016 di 17280 euro.
Sul risparmio energetico la detrazione Irpef e Ires del 55% (portata la 65% per gli interventi attuati dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2013) viene prorogata al 65% per tutto il 2014. Per stabilire il momento esatto in cui applicare la disciplinma farà testo il pagamento delle prestazioni per i privati e la competenza per le imprese.

Risparmio energetico e parti comuni. La detrazione del 65% varrà fino al 30 giugno 2015 su parti comuni degli edifici condominiali cui fanno riferimento gli articoli 1.117 e 1.117-bis del codice civile, poi le detrazioni scenderanno al 50% fino al 30 giungo 2016.

Mobili ed elettrodomestici. Per tutto il 2014 è confermato lo sconto del 50% per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici ad alta efficienza energetica collegato ad una ristrutturazione edilizia. Il limite di spesa per l’acquisto è 10mila euro per un importo che complessivamente non potrà superare il costo dell’intervento di ristrutturazione.

Misure antisismiche. Sono previste anche agevolazioni collegate a provvedimenti di misure antisismiche riguardanti l’abitazione principale e le costruzioni destinate ad attività produttive. In questo caso la legge ha previsto un meccanismo analogo alle detrazioni Ires ed Irpef per le ristrutturazioni edilizie. Vengono ritenute detraibili Irpef ed Ires al 65% per pagamenti effettuati con bonifico a partire dal 4 agosto 2013 fino al 31 dicembre 2014. L’importo della detrazione calerà al 50% per gli interventi  effettuati dal 1 gennaio al 31 dicembre 2015.

2 Commenti

  1. Buongiorno se un’impresa di costruzioni è proprietaria dello stabile dove ha sede e magazzino la ristruttura ..può usufruire delle detrazioni fiscali del 50% per ristrutturazione?

  2. Buon giorno.
    Mi sto accingendo ad acquistare un box auto di nuova realizzazione, pertinenziale ad un nuovo edificio di 4 piani. Alla richiesta, presentata all’impresa di costruzione, di rilasciare la dichiarazione in merito ai costi di realizzazione del suddetto box, la stessa impresa mi ha risposto che la dichiarazione NON puo` essere rilasciata, in quanto non dispongono di una contabilita` separata del box rispetto a quello dell’intero edificio. ..La domanda e` la seguente: per il rilascio della dichiarazione e` necessario che la ditta di costruzione disponga di una contabilita` delle spese separata e specifica per il box (la ditta ha una contabilità unica di tutto l’edificio+garages) oppure puo` essere rilasciata sulla base di una stima dei costi presunti di realizzazione (immagino un costo a mq)?

    Grazie

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here