Piattaforme aeree | Nacanco

Parco nolo Nacanco al lavoro per la variante di Morbegno

La statale 38 dello Stelvio rappresenta la principale arteria di transito in Valtellina e un collegamento importante anche in Val Venosta a causa dei numerosi centri abitati collocati lungo il suo tracciato. La sua importanza strategica ha dato origine sin dai primi anni ‘80 a una serie di importanti interventi volti a ridisegnarne il percorso.

Una squadra di diciannove fra piattaforme aeree, e sollevatori telescopici Nacanco è stata coinvolta nella realizzazione di un’importante infrastruttura viaria in Valtellina. Accurati controlli e ispezioni sulle strutture in acciaio di una serie di viadotti, condotti con rapidità e in condizioni di massima sicurezza.

Su uno dei tronconi della Variante di Morbegno sta lavorando una squadra di 19 piattaforme aeree Nacanco. Particolarmente importante in questa commessa è stata la possibilità di disporre di macchine non solo efficienti ma anche in numero adeguato e in tempi rapidi, condizione soddisfatta da Nacanco. L’elevata efficacia operativa delle piattaforme utilizzate, con una capacità di movimento agevole sugli accidentati terreni del cantiere, hanno consentito di portare a termine le opere con la massima rapidità ed efficienza.Maeg Costruzioni ha detto sul servizio globale di Nacanco: «Le macchine che abbiamo noleggiato si sono rivelate perfettamente in linea con le nostre aspettative. La disponibilità è stata immediata, e anche l’assistenza tecnica è sempre stata puntuale, durante tutto il periodo del cantiere».L’opera. L’importo dell’opera è di 165 milioni di euro. Realizzata in stralcio al progetto principale, il tratto in variante fra l’inizio della statale 38 – dove è situato lo svincolo di Fuentes con la statale 36 – e la periferia est di Morbegno, la cui esecuzione è stata affidata all’impresa Ing. Claudio Salini Grandi Lavori (Ics Grandi Lavori spa) in veste di contraente generale dalla committente Anas, è costituito da una tratta prevista con due corsie per senso di marcia che raggiunge il successivo svincolo di Cosio. Su tale tracciato è stata prevista la realizzazione di cinque viadotti. Opere affidate dal general contractor Ics Grandi Lavori alla  Maeg Costruzioni di Vazzola (Tv), impresa specializzata nella realizzazione e montaggio di strutture metalliche.L’importanza delle strutture e i carichi di esercizio coinvolti hanno comportato uno scrupoloso controllo sia dell’integrità delle stesse che della loro adeguata messa in opera. A essere soggette a verifica sono state in particolare le saldature delle strutture in acciaio, realizzate in officina e quindi rigorosamente controllate dopo il varo.
Ed è proprio in questa fase che sono state coinvolte le macchine Nacanco, tra numerosi modelli di piattaforme semoventi aeree da 15 a 20 metri di altezza massima di lavoro e sollevatori telescopici. L’altezza da terra delle strutture in acciaio rendeva infatti necessario l’utilizzo di mezzi di sollevamento in grado di raggiungere le quote richieste consentendo parallelamente agli operatori l’espletamento di tutte le operazioni di controllo visivo e radiografico prestabilite, nonché gli eventuali piccoli ripristini richiesti e le operazioni di pulizia finale.Il parco macchine a noleggio

  • 15 articolate diesel da 18 metri di altezza di lavoro
  • 1 sollevatore telescopico da 16 metri
  • 1 sollevatore telescopico rotativo da 18 metri
  • 2 telescopiche diesel da 16 metri di altezza di lavoro.

Maeg Costruzioni
Realtà di spicco nel settore della progettazione, fornitura e posa in opera di carpenteria metallica medio e pesante, Maeg Costruzioni spa, certificata Iso 9001:2008, può vantare una potenzialità produttiva di circa 50.000 t/anno. Le varie sedi sono dislocate a Vazzola e Cimavilla nella provincia di Treviso e a Maron di Brugnera nella provincia di Pordenone.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here