Sicurezza | Edilizia scolastica

Piano di messa in sicurezza delle scuole: 150 milioni per il 2014

Entro il 15 settembre gli enti locali interessati dovranno presentare alle Regioni di competenza i progetti esecutivi immediatamente cantierabili riguardanti la ristrutturazione, la manutenzione straordinaria degli edifici scolastici e la loro messa in sicurezza. Il prossimo 30 ottobre il Ministero effettuerà la distribuzione dei fondi.

La conversione in legge 98/2013 del decreto legge del Fare e la sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale ha avuto inizio il Piano di messa in sicurezza degli edifici scolastici: piano che può contare su una dotazione iniziale per il 2014 di 150 milioni di euro.

Ora è già possibile presentare alla Regione di competenza i progetti per la messa in sicurezza, la ristrutturazione e la manutenzione straordinaria degli edifici scolastici. Gli enti locali interessati dovranno presentare i progetti esecutivi immediatamente cantierabili alla Regione entro il 15 settembre, in difetto verranno esclusi dal piano.
Le Regioni a loro volta dovranno presentare le graduatorie dei progetti al Ministro dell’Istruzione e dell’Università entro il 15 ottobre e a sua volta il Ministro provvederà all’assegnazione dei fondi entro il 30 ottobre.
Le risorse sono ripartite a livello regionale per essere assegnate agli enti locali proprietari degli immobili adibiti a scuole sulla base del numero degli edifici scolastici e degli alunni presenti in ciascuna Regione e della situazione del patrimonio edilizio scolastico.
Da ricordare che i lavori dovranno essere ufficialmente affidati entro il 28 febbraio prossimo pena la revoca del finanziamento. Per l’attuazione del piano i sindaci e i presidenti delle province interessati svolgeranno funzione di commissari governativi con poteri derogatori rispetto alla normativa vigente che saranno definiti tramite decreto del Presidente del Consiglio dei ministri di concerto con i ministri dell’istruzione, delle Infrastrutture e dell’Economia.
Questa deroga di competenze per i sindaci e i presidenti delle Province sarà operativa fino al prossimo 31 dicembre 2014. Per quanto concerne i primi 150 milioni disponibili, sono destinati al finanziamento di misure urgenti in materia di messa in sicurezza delle strutture scolastiche statali, per lavori di riqualificazione e per interventi necessari sulle strutture che presentano amianto.

I fondi per Regione
Valle d’Aosta: 1 milione
Piemonte: 9 milioni
Lombardia: 15 milioni
Veneto: 10 milioni
Friuli VG: 2,5 milioni
Liguria: 4 milioni
Emilia Romagna: 7 milioni
Toscana: 10 milioni
Umbria: 2,5 milioni
Marche: 3 milioni
Lazio: 14 milioni
Abruzzo: 4 milioni
Basilicata: 2 milioni
Campania: 18 milioni
Molise: 2 milioni
Puglia: 12 milioni
Calabra: 13 milioni
Sicilia: 16 milioni
Sardegna: 5 milioni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here