Città | Piano operativo comunale

Reggio Emilia: varato il primo Poc

All’insegna degli interventi integrati pubblico – privato, la programmazione considerata nel Poc di Reggio Emilia è coordinata con il Piano pluriennale degli investimenti e integra la programmazione 2013 – 2015 con un impegno di risorse pubbliche per 76 milioni.

Il primo Piano operativo comunale (Poc) di Reggio Emilia è stato adottato dal Consiglio comunale per indicare gli interventi urbanistici, selezionati tra quelli previsti dal Psc, programmabili e attuabili nei prossimi cinque anni.

La rigenerazione e riqualificazione dell’esistente nella città storica e nei quartieri, il contenimento dell’espansione urbana, il potenziamento e la qualificazione della città pubblica, la promozione di un nuovo modello di sviluppo economico (area nord) e una maggior offerta di edilizia residenziale sociale (Ers) insieme al completamento della cintura verde e la promozione della mobilità sostenibile sono le principali linee d’indirizzo del piano operativo comunale che, in questo modo ha recepito e confermato quanto delineato dal Piano strutturale comunale (Psc) approvato due anni fa.

 Il rafforzamento della città pubblica

Ugo Ferrari | Sindaco vicario Reggio Emilia

Ugo Ferrari, sindaco vicario di Reggio Emilia: «Nel Poc, che sarà approvato in modo definitivo entro la prossima primavera, prevalgono gli interventi di riqualificazione della città esistente, la programmazione degli interventi con un’integrazione pubblico – privata virtuosa sul piano degli investimenti, il rafforzamento della città pubblica anche attraverso la cessione di aree da interventi privati che entrano nella disponibilità del comune, ad esempio per verde e servizi. Su quest’ultimo punto è utile ricordare, a titolo d’esempio, che le cessioni di aree hanno consentito negli ultimi anni di passare da una dotazione di aree verdi pubbliche da 5 a 9 milioni di metri quadrati. È stato stimato un volume d’investimenti privati pari a 160 milioni di euro, mentre l’investimento privato sulla città pubblica è di 6 milioni di euro, a cui si aggiungono 800 mila euro tra contributo per l’edilizia residenziale sociale e sostegno al piccolo commercio di vicinato».

Reggio Emilia | Area Nord

Risorse pubbliche: 76 milioni
Il Poc, come previsto dalle disposizioni di legge, si coordina con il piano pluriennale degli investimenti, e integra il quadro di programmazione per il triennio 2013-2015 che prevede un impegno di risorse pubbliche per 76 milioni di euro, di cui 30 milioni derivanti da trasferimenti statali, regionali e da privati, e 17,4 milioni di euro destinati al programma di riqualificazione dell’area nord – Reggiane (Piano nazionale città e documento unico di programmazione Dup della Regione Emilia-Romagna).

Reggio Emilia | Area Nord

Risultano 81 gli interventi programmati nel primo Poc, 34 riferiti a Piani urbanistici attuativi (Pua) già approvati e 47 riferiti a nuove proposte delineate dal Psc:

  • 17 interventi sono accompagnati da specifico accordo pubblico – privato;
  • 23 gli interventi di riqualificazione della città esistente;
  • 9 interventi per l’attuazione di Pua pregressi del Prg 2001 non approvati;
  • 12 interventi in territorio rurale in relazione all’esistente;
  • 2 interventi per ampliamento di attività produttive.
    Reggio Emilia | Progetto area nord con tramvia

Entro il 7 gennaio le osservazione al Poc
Il Poc adottato infatti è depositato per 60 giorni presso il Servizio pianificazione e qualità urbana del comune di Reggio Emilia e può essere visionato liberamente dal lunedì al venerdì dalle ore 12 alle ore 13 e in altri orari previo appuntamento telefonico (0522-456349; 456114; 456147).

Reggio Emilia | Esempio di edilizia sociale, via Maramotti

Entro il prossimo 7 gennaio chiunque potrà presentare osservazioni al Poc, alla relativa Valutazione di sostenibilità ambientale e territoriale (Valsat), oltre all’elaborato che individua le aree da assoggettare a vincolo espropriativo.
Il Poc, la delibera di adozione e il modulo per le osservazioni sono consultabili e scaricabili dal sito del comune di Reggio Emilia >>

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here