Edilizia ricettiva | Residenza S. Nicola, Genova

Restauro conservativo «sostenibile»

Redatto dallo studio dell’architetto Eraldo Como di Torino, il progetto di recupero conservativo ha privilegiato i parametri di sostenibilità ambientale.

studenti_sannicola_97791-f130116154813

Picture 1 of 6

Convento S. Nicola, Genova.

La Regione Liguria insieme a Miur e Arssu hanno destinato al recupero dell’ex Convento di San Nicola a Genova 5,5 milioni di euro. 

Il progetto dell’architetto Eraldo Como ha attuato il recupero funzionale dell’edificio del 1620 senza stravolgerne l’aspetto e puntando sulla sostenibilità ambientale.

Inaugurata la nuova residenza San Nicola a Genova destinata ad ospitare gli studenti universitari.
L’edificio è frutto del restauro conservativo dell’ex Convento di San Nicola, situato in salita della Madonnetta, edificio risalente al 1620 quando fu costruito come convento dei frati Agostiniani Scalzi. 

Il progetto di recupero funzionale del convento ha avuto inizio nel 2009 grazie ai finanziamenti della Regione Liguria (2,5 milioni) insieme al ministero dell’Istruzione (2,7) e l’Arssu Liguria (Azienda regionale per i servizi scolastici e universitari) per i restanti 260mila euro, per un importo complessivo di 5,5 milioni.
Redatto dallo studio dell’architetto Eraldo Como di Torino, il progetto di recupero conservativo ha privilegiato i parametri di sostenibilità ambientale anche attraverso il contenimento dei costi grazie all’adozione di un impianto solare e fotovoltaico per coprire il 23% del fabbisogno energetico.

La struttura dispone di 120 posti letto suddivisi in 52 camere doppie e 16 camere singole, spazi comuni, due sale studio, una sala riunioni, la biblioteca, una sala video, una sala musica, 2 aree internet (fornite di collegamento gratuito wifi), una palestra, una lavanderia.  In linea con il concetto di mobilità sostenibile sono stati realizzati 2 parcheggi per biciclette, spazi ricreativi, aree di socializzazione , magazzini e depositi.

Fondi per l’istruzione. Il progetto appena consegnato alle autorità locali, rientra nel trend di realizzazioni di nuove residenze studentesche volute dall’Arssu ligure che ha programmato di aprire entro l’anno anche la casa dello studente Garibaldi che si trova in Salita Neve.
Inseriti nel finanziamento statale altri 3 progetti Arssu:

  • la ristrutturazione e ampliamento della residenza universitaria Firenze e Zurigo il cui progetto ha già ottenuto il finanziamento dal ministero della Istruzione per il 50% e da Arssu per i restanti 500mila
  • la ristrutturazione della casa dello studente sulla collina degli Erzelli cofinanziato da Miur e Regione per un totale di 14,2 milioni di euro e in attesa di altri fondi da parte dello stato. 

Così saliranno a 1238 i posti letto per accogliere i giovani studenti liguri.
Mara Brugin

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here