Professioni | Pratiche edilizie

Ance, Comuni, Geometri bresciani e Unitel: accordo per gestire le pratiche del Superbonus 110%

Ance Brescia, Acb (Associazione comuni bresciani) e il Collegio dei Geometri della provincia mettono a disposizione di ogni comune un contratto di accordo, da utilizzare per siglare una collaborazione con un geometra iscritto all’albo e smaltire così le richieste di accesso agli atti.

Ance Brescia, Acb (Associazione comuni bresciani) e il Collegio dei Geometri della provincia mettono a disposizione di ogni comune un contratto di accordo, da utilizzare per siglare una collaborazione con un geometra iscritto all’albo e smaltire così le richieste di accesso agli atti.

Con il motore dell’edilizia in fermento, le pratiche si accumulano sulle scrivanie dei tecnici amministrativi, aumentate anche in conseguenza degli adempimenti amministrativi legati alle varie agevolazioni, che richiede la conoscenza del percorso autorizzativo che ha portato allo stato di fatto degli immobili esistenti e a verificare la presenza di eventuali difformità edilizie o abusi.

Conferenza stampa Ance Brescia | ©Davide Brunori.

Angelo Deldossi | Presidente Ance Brescia

«Come Ance Brescia siamo consapevoli che i tempi per realizzare i lavori del 110% sono ben definiti e stiamo cercando di attuare comportamenti, laddove si trovi terreno fertile, che concilino il coordinamento tra gli enti istituzionali e permettano di far procedere speditamente i lavori. In questa partita il fattore tempo è fondamentale. Si devono attuare sinergie che garantiscano raggiungimento degli obiettivi, misti alla celerità e all’efficienza, anche per orientare sulle medesime azioni gli uffici amministrativi e il lavoro delle imprese e dei professionisti, in ottica di fattiva collaborazione».

Dopo aver individuato l’esigenza segnalata dai tecnici comunali di Unitel – Unione nazionale italiana tecnici enti locali in contatto con l’associazione dei costruttori edili per attività di formazione e da tutti i professionisti del settore – Ance Brescia si è attivata per offrire una soluzione pratica a un problema che coinvolge ogni professionista, impresa e privato all’interno della filiera del Superbonus, individuando sul territorio delle sinergie interessate per superare insieme la difficoltà.

Nasce da tale esigenza l’istituzione di un tavolo di confronto fra l’associazione dei tecnici comunali, Acb, il Collegio dei geometri e Ance Brescia per la stesura di un accordo che offre una risposta concreta ai bisogni espressi dai tecnici e dai sindaci, individuando nel geometra la figura di riferimento in grado d’inserirsi nel comune a supporto dell’ufficio tecnico.

L’accordo di collaborazione rappresenta una garanzia sia per il professionista che si rende disponibile, sia per l’ente che se ne avvale per smaltire le pratiche, regolarizzando ufficialmente il rapporto lavorativo equo fra le parti che poi ciascuno firmerà liberamente. Il contratto potrà essere adottato da ogni comune ed è rivolto a tutti i geometri iscritti al Collegio di Brescia, compresi i neo affiliati.

Nel testo viene specificato che è responsabilità di tutte le parti coinvolte la promozione di tale accordo agli iscritti, mentre il Collegio geometri si assume l’impegno di proporre un elenco, in ordine crescente per età, in cui vengono riportati i nominativi, i contatti Pec e la sede dello studio dei professionisti che si renderanno disponibili per garantire il regolare svolgimento delle attività negli uffici del Comune  richiedente, in un periodo da concordare, anche con successive designazioni.

L’accordo rappresenta solo un primo passo verso la creazione di un sistema consolidato: l’intenzione espressa dal presidente dei costruttori è quella di portare questo, come già accaduto per altri temi interessanti per l’intera filiera sul tavolo di Campus Edilizia, luogo d’elezione alla quale collaborano già numerose realtà territoriali, per trovare posizioni condivise tra tutti gli attori e sviluppare insieme nuove opportunità per il futuro.

Sintesi del testo di accordo di collaborazione tra il comune designato il Collegio Geometri e Gemoetri Laureati della provincia di Brescia

Con l’entrata in vigore della normativa Superbonus, mirata a conseguire obiettivi di riqualificazione energetica e sismica degli edifici esistenti, nonché di altre normative finalizzate al rilancio dell’edilizia ed al recupero del patrimonio edilizio esistente, vi è una crescente esigenza da parte di cittadini e dei tecnici liberi professionisti di acquisire la documentazione tecnico-amministrativa delle pratiche edilizie riferite agli edifici interessati dagli interventi di progetto per le verifiche ed asseverazioni di conformità e regolarità urbanistiche, mediante la cosiddetta richiesta di accesso agli atti. Tali esigenze si affiancano alle ordinarie richieste di accesso agli atti legate ad atti notarili (rogiti o compravendite…) che implicano la verifica della conformità e regolarità urbanistica.

L’oggetto dell’accordo è agevolare la consultazione l’esibizione dei documenti ai fini dell’accesso agli atti in risposta alle richieste di cittadini, professionisti e altri enti pubblici.

L’obiettivo è di ridurre i tempi di attesa per l’accesso agli atti, ottenuto mediante la cooperazione professionale di geometri che, a rotazione, secondo le esigenze del Comune, saranno designati dal Collegio su indicazione del Comune.

Il Collegio si impegna a:

  1. proporre un elenco in ordine crescente per età con riportati il nominativo, il contatto PEC e la sede dello Studio dei professionisti regolarmente iscritti al proprio Albo che si sono resi disponibili
  2. rispettare i principi di trasparenza e di rotazione, dando adeguata pubblicità all’iniziativa al fine di favorire la massima partecipazione degli stessi professionisti.
  3. svolgere, tramite i tecnici designati ed in collaborazione con i responsabili del Comune, le seguenti attività: presa in carico delle richieste; ricerca dei documenti ed eventuale scannerizzazione per l’archiviazione.

Il Comune che ha scelto di accedere all’accordo s’impegna a:

  1. a) richiedere l’elenco dei professionisti necessari per lo svolgimento delle attività
  2. b) segnalare al Collegio i geometri designati
  3. c) autorizzare i geometri al trattamento e maneggiamento dei fascicoli e dei carteggi costituenti l’archivio delle pratiche edilizie;
  4. d) mettere a disposizione adeguati spazi e attrezzature occorrenti per l’attività di riordino, classificazione ed eventuale dematerializzazione delle pratiche edilizie;
  5. e) stanziare nel proprio bilancio di previsione annuale le somme necessarie al fine di fare fronte ai costi diretti stabiliti con il presente accordo;
  6. f) fornire, con il supporto dei propri dipendenti, tutte le informazioni utili a favorire la speditezza delle attività da svolgere;
  7. g) concordare con il Collegio ulteriori attività o opportuni per la realizzazione dell’accordo.

Le attività saranno svolte in stretta collaborazione e nel pieno rispetto dell’integrità fisica e logica della documentazione archivistica da trattare. La promozione e la realizzazione delle attività di collaborazione ciascuna parte sosterrà i costi e gli oneri che saranno rispettivamente assunti per lo svolgimento delle attività previste nell’accordo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here