Workshop Ricostruzione | Sisma in Emilia

Bondeno: il Centro Sport e Cultura con le forme tipiche delle terre rurali

Due edifici cilindrici per ospitare funzioni distinte. Tecnica costruttiva mista in legno e acciaio e pareti circolari interamente vetrate. Sulle coperture i pannelli fotovoltaici.

Il Centro Sport e Cultura completa la rete di servizi del Comune di Bondeno, offrendo ai cittadini nuovi spazi di aggregazione legati alla diffusione della cultura. L’intervento si colloca nelle immediate vicinanze del centro storico, in una zona ben collegata con il resto del contesto urbano e strategica sotto l’aspetto ludico e sportivo, grazie alla presenza di un’importante area con impianti.

L’edificio di dimensioni maggiori ha una grande sala di 250 mq dalla struttura estremamente flessibile mentre il cilindro più piccolo è adibito ad attività didattiche e di promozione del territorio.

L’intervento vede la realizzazione di due edifici cilindrici che si ispirano alle forme tipiche delle terre rurali del luogo, come i silos o le balle di fieno. L’intento è donare ai cittadini non un edificio «calato dall’alto» ed estraneo al territorio, ma una costruzione che nasce dalle tradizioni del luogo, dai suoi elementi distintivi – riconoscibile e vicina alla popolazione.

Le pareti circolari sono interamente vetrate per ottimizzare l’illuminazione naturale e la permeabilità visiva.

Ogni cilindro ospiterà funzioni distinte

L’edificio di dimensioni maggiori ha una grande sala di 250 mq dalla struttura estremamente flessibile, che sarà utilizzata per conferenze, spettacoli teatrali, esposizioni, fino ad attività sportive leggere (corsi di aerobica, yoga, ginnastica per anziani, ecc). La capienza totale raggiunge i 220 posti, ripartiti fra platea e ballatoio. Completano l’edificio il foyer e gli spazi di servizio.
Il cilindro più piccolo è adibito ad attività didattiche e di promozione delle specialità enologiche e gastronomiche del territorio.

Una schermatura in acciaio protegge le vetrate dal sole, per ottimizzare l’irraggiamento e il riscaldamento passivo interno.

Tecniche costruttive

La tecnica costruttiva è mista in acciaio e legno. Le pareti circolari sono interamente vetrate per ottimizzare l’illuminazione naturale e la permeabilità visiva. Una schermatura in acciaio protegge le vetrate dal sole, per ottimizzare l’irraggiamento e il riscaldamento passivo interno. Un sistema di pannelli fotovoltaici sulla copertura del cilindro maggiore garantisce la produzione elettrica per la gestione di entrambi gli edifici.

Particolare della schermatura solare in acciaio.

Chi ha fatto Cosa

Luogo: Bondeno, Ferrara
Beneficiario: Comune di Bondeno
Superficie: 850 mq

Progetto definitivo
Mario Cucinella Architects: Mario Cucinella, Marco Dell’Agli (coordinamento progetto)
Team di progetto:
Valentino Gareri (responsabile di progetto),
Federico La Piccirella,
Arianna Balboni,
Francesco Galli,
Mirco Bianchini,
Clelia Zappalà.
Rendering: Paris render studio
Progettazione meccanica: ing. Riccardo Giannoni
Progettazione elettrica: Studio tecnico P.S.
Progettazione strutturale: Sarti Ingegneria
Computo: geom. Roberto Guidi
Consulenza acustica: ing. Gabriele Raffellini

Progetto esecutivo
Progettazione meccanica: Studio Zecchini srl
Progettazione elettrica: Pampuri srl
Progettazione delle strutture: ing. Chierici, ing. Patrick Falcin
Direttore lavori: arch. Marco Dell’Agli
Coordinatore per la sicurezza: ing. Luca Lenzi
Collaudatore: ing. Lorenzo Travagli

Imprese
Capogruppo: Stone srl
Impianti: Aleberti & Tagliazucchi srl
Opere in ferro: Cometa srl

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here