Cdp - Upi | Protocollo di collaborazione

Cdp: nuove iniziative a favore dello sviluppo infrastrutturale

Firmato il protocollo d'intesa tra Cdp e Upi finalizzato a indentificare iniziative di sviluppo infrastrutturale. Cdp potrà fornire consulenza tecnica, economica e finanziaria a 76 Province italiane. Upi attraverso i propri canali di comunicazione, gli eventi dedicati, i seminari, i momenti di formazione e i webinar, presenterà alle Province la possibilità di avvalersi delle attività di consulenza di Cdp.

Cassa Depositi e Prestiti e Unione Province d’Italia hanno firmato un protocollo d’intesa con cui definire i principi regolatori della loro cooperazione, finalizzata a  identificare iniziative di sviluppo infrastrutturale. Cdp fornirà assistenza e consulenza tecnica, economica e finanziaria alle 76 Province delleRegioni a statuto ordinario.

Cdp – Upi | Firma del protocollo di collaborazione.

Grazie a questo accordo, Upi diffonderà alle province coinvolte le informazioni relative alle attività di consulenza di Cdp in relazione ad aspetti progettuali, tecnico amministrativi e finanziari a supporto dello  sviluppo di progetti e interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico ed efficientamento energetico di strade, scuole e altri immobili di proprietà pubblica.

Attraverso i propri canali di comunicazione, gli eventi dedicati, i seminari, i momenti di formazione e i webinar, Upi presenterà alle province la possibilità di avvalersi delle attività di consulenza di Cdp. Inoltre, Upi si impegna, per il tramite delle Upi Regionali e delle  Province, ad assicurare a Cdp delle sedi idonee per organizzare eventi di presentazione dei propri servizi agli enti locali su tutto il territorio nazionale.

Cdp, a fronte della sottoscrizione di ulteriori protocolli con ciascuna provincia interessata, potrà poi fornire assistenza in relazione all’iter progettuale, procedurale, amministrativo e finanziario su alcuni specifici interventi. Questi ultimi saranno individuati da Cdp e Upi con uno screening congiunto dei progetti indicati dalle province.  In una prima fase, saranno avviate le interlocuzioni con le province, per il tramite di Upi, per la realizzazione di un monitoraggio per la raccolta dei dati relativi ai progetti e per avere un quadro aggiornato dei fabbisogni.

Successivamente, sarà individuato un elenco di opere più significative in  termini  di investimenti, innovatività ed importanza per i territori che potranno essere oggetto di collaborazione tra Cdp e i singoli enti. In  base alle  informazioni  raccolte e all’interesse mostrato dalle Province, si potranno individuare alcuni progetti pilota su cui avviare i servizi di consulenza tecnica offerti da Cdp.

A questo punto partirà la seconda fase, ossia quella della sottoscrizione di protocolli attuativi specifici tra Cdp e gli enti individuati. I progetti che potranno essere supportati da Cassa Depositi e Prestiti ricadranno all’interno di due fattispecie: quelli finanziati totalmente con contributo pubblico e quelli finanziati con contributo pubblico solo parziale.

In quest’ultima fattispecie potrà essere valutato il ricorso, con il supporto di Cdp, a forme di partenariato pubblico-privato. Cdp, inoltre, potrà valutare eventuali richieste di finanziamento da parte delle province nel rispetto delle prescrizioni normative e delle circolari tempo per tempo vigenti.

Michele de Pascale | Presidente Upi

Michele de Pascale | Presidente Upi.

«Questo protocollo è per le Province un’occasione straordinaria per accrescere e potenziare il  ruolo di  istituzione per lo sviluppo e gli investimenti, che, ne siamo convinti, dovrà caratterizzare questo ente. Il lavoro di assistenza delle nostre strutture per migliorarne le performance che ci verrà garantito da Cassa Depositi e Prestiti sarà prezioso soprattutto nella fase di ripresa dell’economia, che vedrà le Province protagoniste dell’attuazione dei piani per il rilancio degli investimenti pubblici. Siamo certi che lo sviluppo passi dai territori e che la valorizzazione della pubblica amministrazione, anche attraverso sinergie come questa, sia la chiave di volta per permettere al Paese di resistere e reagire alla crisi, tornando a crescere».

Fabrizio Palermo | Amministratore Delegato Cdp

Fabrizio Palermo |  Amministratore Delegato Cdp.

«Grazie alla firma di questo accordo con Upi riusciamo a rispondere a due esigenze a cui Cdp è molto attenta: la vicinanza al territorio e il supporto allo sviluppo infrastrutturale del Paese. Oggi più che mai, per favorire la ripartenza c’è bisogno di infrastrutture moderne, sicure ed efficaci, che garantiscano a tutti i cittadini lo stesso accesso ai servizi, sia fisici che immateriali. Come Istituto Nazionale di Promozione, data la sua missione di contribuire allo sviluppo sostenibile del Paese, Cdp è ben conscia dell’importanza delle sfide che partono dal territorio ed è fortemente coinvolta nel promuovere e accelerare – sempre al fianco degli enti locali – lo sviluppo delle infrastrutture».

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here