Concessionari | Sardegna

Cnh Industrial: nuova sede di Iveco Acentro a Sassari

A Muros (Sassari) la nuova sede di Iveco Acentro, storica concessionaria del gruppo con sede a Cagliari, si propone di offrire alle imprese dell’isola soluzioni globali, che spaziano dal trasporto leggero e pesante agli autobus, fino alle macchine per l’edilizia e il movimento terra.

Iveco Acentro, già punto di riferimento in Sardegna per i clienti di veicoli commerciali leggeri, medi e pesanti, mezzi cava/cantiere, autobus urbani e interurbani (Iveco e Iveco Bus) e macchine movimento terra (New Holland Construction, brand di Cnh), ha rafforzato la propria presenza nel nord dell’isola con l’apertura della nuovissima sede di Muros (Sassari), nella zona industriale alle porte della città.

La nuova sede Iveco Acentro a Muros, Cagliari

La struttura della nuova sede, che sorge su un’area di 8500 mq, di cui 2500 coperti, è stata progettata per offrire al cliente tutti i servizi di vendita (anche finanziari) e post-vendita (assistenza e ricambi originali) con il massimo livello d’integrazione ed efficienza.
La nuova realtà di Sassari, che va ad aggiungersi alle due sedi di Iveco Acentro già esistenti a Cagliari (zona industriale di Elmas) e agli uffici commerciali a Nuoro, rientra in un progetto più ampio di espansione nel nord della Sardegna che si completerà a breve con l’apertura di una nuova importante sede a Olbia.

La nuova sede Iveco Acentro a Muros, Cagliari | Esposizione veicoli

Iveco Acentro nasce nel 2010 da una joint venture tra Iveco e Acentro Veicoli Industriali, storica concessionaria Iveco in Sardegna fin dall’inizio anni Ottanta. Da allora è concessionaria unica per tutta la Sardegna per la vendita e l’assistenza delle gamme Iveco, Iveco Bus (che ha sostituito il marchio Irisbus) e, dal 2011, New Holland Construction.
Anno dopo anno, non ha mai smesso di crescere anche grazie alla sinergia tra Iveco e Cnh, ora unite sotto Cnh Industrial, il nuovo Gruppo nato dalla fusione di Fiat Industrial e Cnh Global e leader mondiale nel settore dei capital goods con un fatturato nel 2012 pari a 26 miliardi di euro, e un risultato della gestione ordinaria superiore a 2 miliardi.