Progetto Cmr | Nuovo Stadio del Cagliari

Esempio virtuoso di infrastruttura sostenibile

Il progetto all’arch. Massimo Roj di Progetto Cmr che disegna il nuovo Stadio del Cagliari Calcio ha ottenuto il riconoscimento come «Iconic Landscape» all’EcoTechGreen Award: rientra tra gli esempi virtuosi di infrastrutture realizzate con minimo impatto ambientale, integrato nell’ambiente circostante di cui richiama peculiarità cromatiche e materiche.

Il progetto del nuovo stadio del Cagliari Calcio realizzato da Progetto Cmr insieme alla società Sportium si è aggiudicato il premio EcoTechGreen Award come Iconic Landscape.

Nuovo Stadio del Cagliari Calcio.

Il premio è stato consegnato durante il Forum Internazionale EcoTechGreen organizzato da Paysage in collaborazione con il Consiglio Nazionale degli Architetti e vuole premiare gli esempi virtuosi di realizzazioni di infrastrutture che, attraverso l’utilizzo del verde, hanno dato o daranno un nuovo respiro alle città in cui s’inseriscono.

Al momento del ritiro del premio, l’arch. Giovanni Giacobone, presidente di Sportium, ha dichiarato: «Questo premio rappresenta per me e per tutto il nostro team un motivo di grandissimo orgoglio. Il progetto del nuovo stadio, grazie anche alle strategie di landscape e di analisi del paesaggio, può realmente attivare un processo più ampio di rigenerazione urbana per l’intera città».

Il concept del progetto

Il progetto del nuovo stadio del Cagliari Calcio intende dare vita a una vera e propria smart arena, integrata nell’ambiente esterno. Della città di Cagliari richiama costantemente le peculiarità sia cromatiche sia materiche, divenendo componente sostanziale del paesaggio, di cui riporta le linee essenziali. L’intervento si configura come una vera e propria ricucitura con i diversi ambiti urbani.

Gli spazi comuni nel render del progetto dello stadio del Cagliari.

Pavimentazione in pietra e vegetazione mediterranea

Lo stadio poggia su una piazza pavimentata, dalla forte componente minerale, che richiama la sostanza e i colori della costa e delle scogliere sarde. La piazza sale dal mare verso l’interno, seguendo le linee naturali del territorio, e si trasforma in un giardino che caratterizza la parte posteriore sopraelevata, che ricopre i sottostanti spazi complementari con la vegetazione tipica della macchia mediterranea e con aree attrezzate destinate al gioco ed alla pratica sportiva di tutti i giorni.

Lo stadio ben s’inserisce nel contesto circostante della città portuale di Cagliari.

Spazi complementari e multifunzionali

Un percorso ideato lungo la parte esterna dell’arena consentirà la visione di esposizioni d’arte, di volta in volta diverse e accessibili a tutti, per condurre alla sommità dell’impianto, da cui sarà possibile contemplare per intero il vasto panorama circostante.

Gli ampi spazi complementari e multifunzionali disponibili al proprio interno permetteranno la fruizione di differenti servizi, che possono spaziare dall’ospitalità, al divertimento, al commercio ed alla ristorazione di varia tipologia e qualità, per un nuovo luogo di ritrovo per la comunità cagliaritana vivibile tutto l’anno, 7 giorni su 7.

leggi anche https://www.impresedilinews.it/cagliari-arena-nuovo-stadio-progettato-da-massimo-roj/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here