Edilizia | Emergenza economica

Girardi (Ance): in audizione al Senato propone un grande piano di rinnovamento dell’edilizia scolastica

La proposta di Ance è quella di procedere a un vero e proprio Piano Marshall che consenta di accelerare la realizzazione degli investimenti, superando le difficoltà che rallentano l’effettivo utilizzo delle risorse destinate agli investimenti nel nostro Paese, anche quelle per l’edilizia scolastica, approfittando del fermo per l'emergenza sanitaria.

La commissione Istruzione del Senato ha deliberato lo svolgimento di un ciclo di audizioni informali, svolte in videoconferenza, nell’ambito dell’esame, in prima lettura, in sede referente, del disegno di legge di conversione del DL 22/2020 recante “Misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato” (DDL 1774/S).

Il provvedimento, nel suo complesso, affronta le criticità del sistema istruzione determinate dall’emergenza epidemiologica Covid-19 disciplinando, tra l’altro,  la chiusura e la ripresa dell’attività didattica nelle scuole, le attività formative nelle Università, l’abilitazione all’esercizio di professioni ed i tirocini professionalizzanti.

Rodolfo Girardi | Vicepresidente Centro Studi Ance.

Ance nel documento presentato nel corso dell’audizione di questo pomeriggio per voce di Rodolfo Girardi (vicepresidente del Centro Studi Ance) ha sottolineato la vetustà e pericolosità del patrimonio immobiliare scolastico italiano insieme alle esigenze di sicurezza legate ai rischi naturali e al degrado delle strutture, facendo presente che la riqualificazione del patrimonio scolastico coinvolge molteplici profili che vanno dall’efficientamento energetico, al superamento delle barriere architettoniche, alle misure antincendio, fino ad arrivare alla realizzazione di ambienti funzionali a una didattica moderna che possa favorire l’apprendimento e la socializzazione.

La chiusura delle scuole, a seguito dell’emergenza sanitaria per Ance dev’essere l’occasione giusta per realizzare un piano di investimenti di manutenzione, adeguamento e messa in sicurezza del patrimonio edilizio scolastico.

La proposta di Ance è quella di «procedere a un vero e proprio Piano Marshall che consenta di accelerare la realizzazione degli investimenti, superando le difficoltà che rallentano l’effettivo utilizzo delle risorse destinate agli investimenti nel nostro Paese, anche quelle per l’edilizia scolastica: l’eccessiva frammentazione dei programmi di spesa, le procedure complesse e diverse tra loro, lungaggini burocratiche per la definizione della programmazione, mancanza di progetti esecutivi e lunghezza delle procedure autorizzative».

QUI il documento Ance presentato in audizione dal vicepresidente del centro studi Ance Rodolfo Girardi

1 commento

  1. Buongiorno, è incontestabile che sarebbe ora nel mettere al centro dell’economia Italiana gli investimenti nelle opere pubbliche per costruzione e manutenzione di scuole, ponti, strade ecc…. pero’ è necessario che tutta la progettazione diventi responsabile e metta in condizione tutti gli imprenditori a poter partecipare a gare di appalto i cui prezzi siano corretti e remunerativi per le imprese , voglio fare presente che molte , moltissime opere pubbliche sono bandite con progetti inaffidabili ed economicamente scorretti .
    Certo ieri hanno ultimato la posa dell’ultima capata del ponte Morandi di Genova ….., ma le imprese impegnate si chiamato Fincantieri, Salini ecc….. colossi che sanno farsi rispettare, e conoscono il modo per fare le giuste analisi prezzi per farsi riconoscere il giusto prezzo per poter eseguire i lavori correttamente sotto tutti i profili , sicurezza , tempistiche, qualita’ .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here