Coni – In.Tech | Temporary Flexible Stadium X.0

Nuova struttura sportiva flessibile e temporanea Foro Italico di Roma

Il Coni ha approvato il progetto per la realizzazione della nuova struttura sportiva denominata TFS X.0 e ne affida la realizzazione a In.Tech con un piano di gestione e manutenzione di 10 anni. Il nuovo impianto al Foro Italico di Roma sarà una struttura polivalente, semi-temporanea con una capacità di 7mila posti, costruita con materiali innovativi ed ecocompatibili.

Il presidente di In.tech spa, Pierluigi Mancuso, ha recentemente annunciato la realizzazione del progetto denominato TFS X.0 (Temporary Flexible Stadium X.0), presentato dal Coni (Comitato Olimpico Nazionale Italiano).

In.tech si è aggiudicata la realizzazione dell’opera, con la progettazione dell’intero sistema impiantistico e di montaggio, e un piano di gestione e manutenzione della durata di 10 anni. Il Coni ha inoltre affidato ad In.tech tutti gli step delle attività di certificazione.

Struttura polivalente al Foro Italico di Roma con capienza 7mila persone.

Investimento In.Tech

La nuova struttura impiegherà più di 100 risorse suddivise per specifici settori di competenza. In.tech ha sostenuto interamente l’investimento finanziario, che vedrà il break-even nel corso del prossimo decennio, attraverso un intervento appositamente sviluppato dal Mediocredito Centrale.

Pierluigi Mancuso | Presidente In.tech

«Con questo impianto creiamo un modello innovativo di approccio all’impiantistica sportiva di primo livello, attraverso il sistema del project financing. Siamo orgogliosi di partecipare alla costruzione di un’infrastruttura sportiva polivalente con capitali di privati per uso pubblico. Si tratta di una delle maggiori iniziative nel settore, e ha come target l’ampliamento degli orizzonti verso discipline sportive minoritarie con la concreta possibilità di sviluppare eventi di valore per tutto il territorio nazionale. La flessibilità del progetto ne prevede un utilizzo estremamente versatile, in funzione delle necessità, su qualunque area sul territorio nazionale, e con diverse configurazioni; difatti, è stato progettato in funzione di utilizzi temporanei anche non ripetitivi, ovvero nel caso in cui il ritorno economico non sarebbe supportato dall’iniziativa».

La flessibilità del progetto ne prevede un utilizzo estremamente versatile.

Struttura modulare semi-temporanea

Il nuovo impianto al Foro Italico di Roma è una struttura polivalente di ultima generazione, semi-temporanea con una capacità di circa 7mila posti, un palcoscenico per eventi sortivi e di eventi musicali di portata internazionale nel periodo estivo.

Il progetto modulare è stato incentrato sulla possibilità di trasformare un impianto per lo sport in un’arena per concerti ed eventi, intervenendo tramite il sezionamento del lato Sud dell’impianto/arena per l’installazione di un palco multifunzionale di oltre 1.200 mq.

Giovanni Malagò | Presidente Coni: «Dietro un grande impianto polivalente, capace di rispondere a molteplici esigenze, c’è un’idea mirabile che sa unire pubblico e privato in un percorso destinato a scrivere il futuro dell’impiantistica sportiva».

Flessibilità e sostenibilità

La struttura, costruita con materiali innovativi ed ecocompatibili, permette di razionalizzare le superfici commerciali a servizio degli utenti, creando nuovi spazi più moderni. Concepito secondo i dettami della massima flessibilità, il nuovo impianto potrà trovare destinazioni polivalenti anche per diversi sport ( tennis, il basket, la pallavolo o il beach volley).

1 commento

  1. Il CONI farebbe bene a curare la manutenzione dei marmi dello stadio dei marmi, struttura in avanzato stato di degrado.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here