Interni | Cartongesso

Isolamento acustico per ridurre i rumori aerei o da calpestio

La lastra Gypsolignum del Sistema Gypsotech di Fassa Bortolo è stata studiata per la realizzazione di pareti, contropareti, controsoffitti e massetti a secco raggiungendo un compromesso tra spessori ridotti e plus acustici.

I recenti test eseguiti in ambito cartongesso hanno confermato le caratteristiche prestazionali del Sistema Gypsotech di Fassa Bortolo e in alcuni casi hanno evidenziato un miglioramento. Con la sua gamma di lastre e accessori, contribuisce al confinamento degli incendi con prestazioni nell’ambito dell’isolamento termico e acustico, permettendo di ridurre i rumori aerei o da calpestio provenienti da unità abitative confinanti.

Soluzione per Controparete 600
Soluzione per controparete.

L’isolamento acustico degli edifici è regolato dal Dpcm del 05/12/1997, nonostante sia in corso l’aggiornamento a seguito del recepimento della Normativa Tecnica Uni 11367 del 22/07/2010; in tale decreto vengono indicate le grandezze di riferimento con la classificazione degli edifici e i relativi valori limite in opera. Negli anni Fassa Bortolo >> ha redatto numerosi Rapporti di Prova (secondo Norma Uni En Iso 717-1) per diverse tipologie costruttive con lastre Gypsotech Std e Gypso Hd. Inoltre, nel corso dell’ultimo anno, con la proposta della nuova lastra Gypsolignum (classificata Defh1ir secondo En 520), sono state sviluppate nuove soluzioni specifiche per la realizzazione di pareti, contropareti, controsoffitti e massetti a secco. Grazie a queste soluzioni si è raggiunto un compromesso tra spessori ridotti e plus acustici: il tutto interponendo materiali con bassa densità a lastre Gypsolignum, caratterizzate da elevati valori di densità.

Immagine GYPSOLIGNUM 600

Un esempio sono le soluzioni a parete che permettono di arrivare a valori di potere fonoisolante fino a 60 dB in uno spessore di 15 cm. Sempre in ambito Gypsolignum, Fassa Bortolo ha voluto testare la qualità dei propri sistemi utilizzando questa lastra anche per soluzioni a controsoffitto, con ottimali risultati sia per l’abbattimento del rumore aereo sia per il calpestio: infatti, nel caso di un solaio in latero-cemento intonacato, con un valore di calpestio pari a Lnw = 80 dB, utilizzando un sistema a controsoffitto si sono ottenuti valori migliorati pari a Lnw = 47 dB, in uno spessore di 21 cm.

Tale soluzione risulta ottimale nel caso di riqualificazioni di edifici esistenti dove non sussiste la possibilità di intervenire con tappetini anticalpestio all’intradosso del solaio: questo permette inoltre di risolvere il problema acustico in modo immediato e poco invasivo. Si è voluto anche testare una soluzione per parete esterna chiamata Gypsoextra, essendo un sistema di tamponamento esterno, oltre a garantire isolamento termico e resistenza meccanica, consente di ottenere prestazioni acustiche in spessori limitati, permettendo valori di comfort e maggior benessere negli ambienti interni.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here