Comune di Modena-Beni paesaggistici Emilia Romagna | Riqualificazione urbana

Modena: lastroni di granito e impianti idraulici per la nuova piazza Roma

La piazza è attraversata da due camminamenti diagonali realizzati con conci di pietra del tipo «Forte Alberese» e da una pedana centrale in lastre di granito di recupero.

A Modena è stata ultimata la riqualificazione architettonica di piazza Roma e l’area di 9.400 mq di superficie è stata così riconsegnata alla città. I lavori hanno riguardato la rimozione e la scarifica della pavimentazione stradale, con il recupero dei ciottoli esistenti e dei lastroni di granito, la realizzazione della nuova fondazione, la posa dei ciottoli e dei blocchi di selce dei percorsi, la realizzazione del vano tecnico per gli impianti idraulici e per le attrezzature necessarie ai giochi d’acqua.

Pedana centrale in lastre di granito. Piazza Roma è ora attraversata da due camminatoi diagonali, realizzati con conci di pietra del tipo «Forte Alberese», che dai portici di via Farini si aprono verso i limiti esterni dell’Accademia, e da una pedana centrale in lastre di granito di recupero, così come la corsia carrabile, mentre il resto della piazza presenta ciottoli di fiume un tempo coperti dall’asfalto.
Piazza Roma ModenaUn primo velo d’acqua della profondità di 2 centimetri ha sede in corrispondenza del corso del Canale Naviglio, che attraversa piazza e Palazzo ed è ricavato tra le due liste di pietra della pavimentazione centrale, che dal limite carrabile davanti all’Accademia si estende verso largo San Giorgio. Un secondo velo d’acqua, perpendicolare al primo, trova spazio nella parte est della piazza in allineamento alla Fonte d’Abisso e agli altri canali sottostanti, separato al centro da un camminatoio.
Due giochi d’acqua (ciascuno con nove getti modulabili e luminosi) si pongono come quinte laterali al corpo centrale del Palazzo Ducale: arrestando il flusso d’acqua sono praticabili pedonalmente, in quanto sono delimitati da semplici feritoie senza dislivelli significativi.

Corpi illuminanti. Al completamento della riqualificazione della piazza seguiranno i lavori di rinnovo dell’impianto d’illuminazione degli edifici che la incorniciano e sulla facciata monumentale del Palazzo Ducale è allo studio una nuova configurazione dei corpi illuminanti.