Invitalia | Incentivi Smart e Start

Nuove imprese nel Mezzogiorno: pronti i modelli per incentivi Smart e Start

Sono pronti i modelli di domanda per accedere ai 190 milioni di euro disponibili per le nuove imprese del Mezzogiorno. Le domande possono essere presentate a partire da mercoledì 4 settembre.

Invitalia, Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa con riferimento ai due incentivi Smart e Start ha reso noto che sono ormai pronti i modelli di domanda per accedere ai 190 milioni di euro disponibili per le nuove imprese del Mezzogiorno che puntano su innovazione, utilizzo delle tecnologie digitali e valorizzazione dei risultati della ricerca.

Le domande di ammissione alle agevolazioni potranno essere presentate a partire dal 4 settembre 2013 esclusivamente online. Ogni domanda dovrà includere il piano d’impresa e i facsimili di domanda sono disponibili sul sito dedicato smartstart.invitalia.it dove è disponibile anche una guida alla compilazione che potrà aiutare i potenziali beneficiari nella stesura della domanda al fine di presentare richieste complete.
Inoltre, sempre dal 4 settembre, sarà possibile registrarsi e inserire nella piattaforma i dati, le informazioni e i documenti indicati nei facsimile di domanda e illustrati nella guida.
Smart, che ha un budget di 100 milioni di euro, contribuisce a coprire i costi di gestione sostenuti nei primi quattro anni di attività aziendale, mentre Start copre le spese per investimenti legati all’avvio dell’attività imprenditoriale.
Il primo profilo prevede innovazioni di progetto o di prodotto non necessariamente tecnologiche: l’innovazione può consistere per esempio nel raggiungimento di nuovi mercati o nell’intercettazione di nuovi bisogni anche sociali o ambientali. Start invece, misura con dote da 90 milioni, punta su innovazione hi-tech e digitale e sarà disponibile nelle regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, mentre Smart punta anche su Basilicata e Sardegna.

Start: obiettivo convergenza
Start è attivata con l’obiettivo convergenza per Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Le domande verranno esaminate secondo l’ordine cronologico d’invio telematico e non è prevista una graduatoria, né una data ultima per la presentazione dei piani d’impresa.
La valutazione sarà basata sui seguenti criteri: coerenza delle competenze dei soci rispetto al progetto proposto; capacità dell’impresa d’introdurre gli elementi d’innovazione previsti nel piano di impresa; potenzialità del mercato di riferimento e relative strategie di marketing; sostenibilità economica e finanziaria dell’iniziativa.
È previsto un colloquio con i proponenti che potrà avvenire anche a distanza, mediante videochiamata skype. La valutazione delle richieste sarà conclusa entro 60 giorni dall’invio della domanda completa.
L’esito della valutazione è comunicato alla società all’indirizzo di posta elettronica (Pec) indicato nella domanda di ammissione.
Per accedere alle agevolazioni è necessario: registrarsi sul sito indicato, compilare online la domanda, inviare telematicamente la domanda utilizzando la firma digitale. Ad ogni domanda così inviata sarà attribuito un protocollo elettronico: chi possiede i requisiti per accedere sia agli incentivi Start sia agli incentivi Smart, potrà presentare un’unica domanda.