In cantiere | Business park

Segreen, il complesso di edifici sviluppato e progettato da Europa Risorse

È stato presentato alla stampa e agli stakeholder Segreen, ovvero il business park pensato per vivere armonicamente l’ambiente di lavoro, che continua a crescere, coniugando aree verdi e area metropolitana, architettura e territorio, persone e natura, in uno spazio innovativo in grado di rispondere alle mutate esigenze contemporanee del mercato, della vita e del lavoro. Ci troviamo a Segrate, alle porte di Milano, accanto all'iconica sede della Mondadori.

L’affascinante sede della Mondadori, progettata dall’arch. brasiliano Oscar Niemeyer, da qui la si può quasi toccare, gli ampi archi della struttura esterna paiono salutare il nuovo business park che cresce, ed è ormai vicino alla sua definizione completa, alle porte di Milano.

All’iconica struttura di fine anni Sessanta, voluta da Giorgio Mondadori per trasferire nella metropoli lombarda la creatura culturale fondata dal padre Arnoldo a Verona, si accompagna ora un’innovativa realizzazione immobiliare che accende i riflettori su Segrate.

Parliamo di Segreen, presentato alla stampa e agli stakeholder, ovvero il business park pensato per vivere armonicamente l’ambiente di lavoro, che continua a crescere, “coniugando aree verdi e area metropolitana, architettura e territorio, persone e natura, in uno spazio innovativo in grado di rispondere alle mutate esigenze contemporanee del mercato, della vita e del lavoro”, come spiegano i promotori dell’iniziativa.

Il complesso di edifici, sviluppato e progettato da Europa Risorse Sgr Spa, per conto del fondo ER Office Fund 3, sottoscritto da PineBridge Benson Elliot è pronto ad accogliere oltre 4mila persone e si comporrà di una parte di uffici e servizi già edificati con una superficie di circa 30mila metri quadri e di un’area di nuovo sviluppo di altri 20mila metri quadrati, progettato dallo Studio Elementare, che sarà completata nel corso del 2022.

Gli edifici del complesso sono sei, di cui la metà esistente e tre in costruzione. Gli spazi all’aperto contano 5.650 metri quadri, mentre ci saranno quattro Green Pavilion caratterizzati dai tetti accoglienti immersi nel verde: il Flower Cafe, una caffetteria con fiori e altri oggetti in vendita, la Conciergerie, luogo di cura e gestione dei servizi, l’Access, strategico punto di accesso al garage e ai servizi correlati e il Control, dove si riceve il primo benvenuto al business park. A disposizione della struttura sono 1.600 i parcheggi presenti.

Where life and work live in sync, recita il claim di Segreen la cui realizzazione ha comportato un investimento di 130 milioni di euro, per un valore generato finale che si stima in 200 milioni di euro. «I servizi offerti nel business park lo rendono un quartiere vivo e operativo a 360 gradi: spazi co-working, sale meeting & Auditorium, wi-fi 5g, ma anche aree dedicate al cibo di qualità e al wellness, kindergarten per i più piccoli, bike, moto e car sharing, care e washing. Ci sono infine i locker per trovarsi i propri pacchi vicini alla propria auto», spiega Antonio Napoleone, presidente di Europa Risorse Sgr Spa.

Seegreen | Da destra, Antonio Napoleone, presidente Europa Risorse con l’amministratore delegato Fabrizio Antonini.

In posizione strategica, Segreen riflette l’idea della città dei 15 minuti, un nuovo quartiere del lavoro accanto all’Idroscalo e Palazzo Mondadori, in traiettoria per l’aeroporto di Linate, vicino al centro di Milano grazie alle potenziali future connessioni della Metro 4, e all’Italia, con la futura stazione dell’Alta Velocità di Segrate.

Il business park di Segrate s’innesta con naturalezza nelle strutture pre-esistenti in un sistema di percorsi pedonali e spazi aperti, e prevede ampi luoghi di socializzazione e lavoro open air e verdi, terrazze e piazze, specchi d’acqua con dislivelli e cambi di colore a seconda della luce e delle stagioni.

L’obiettivo progettuale che ha guidato lo sviluppo di Segreen è offrire un hub dotato dei servizi necessari al business e ai professionisti per aumentare le performance, in cui vita e lavoro trovano un equilibrio ottimale, fisico e mentale, sostenibile e piacevole.

La società protagonista dell’iniziativa ha rilevato le ex sedi di 3M Italia e di Microsoft Italia, riqualificando in chiave altamente innovativa il sito, ricavandone un’ampia piazza aperta alla cittadinanza, che si annuncia ben accolta dagli abitanti di San Felice, centro con il quale è legata da un percorso nel verde. All’ambiente, anche attraverso un’intensa piantumazione e alla creazione di aree coperte, tetti e terrazzi, da arbusti e piante verdi, sarà dedicata particolare attenzione.

«Segreen Business Park è un polo dedicato al lavoro altamente innovativo. Una realtà all’avanguardia che siamo orgogliosi di ospitare nella nostra città. Segrate si conferma meta privilegiata per chi vuole fare impresa di qualità e attivare politiche sostenibili attente al benessere e alla salute dei propri dipendenti e lavoratori», afferma Paolo Micheli, Sindaco di Segrate.

«Quando l’epidemia causata dal Covid-19 cominciò a diffondersi, la progettazione di Segreen era ormai quasi ultimata ed impostata con un approccio biofilico avanzato. Da operatori lungimiranti, ci siamo domandati cos’altro avremmo potuto fare per offrire non solo un ambiente di lavoro di alta qualità, ma soprattutto in grado di proteggere le persone in caso di eventi come questo. Abbiamo studiato e analizzato con cura le direttive precauzionali stilate dalle autorità sanitarie nazionali e internazionali, rendendoci piacevolmente conto che buona parte di esse erano già previste nel nostro progetto. Nonostante ciò, abbiamo deciso di fare un altro passo avanti, portando Segreen ad essere il primo business park in grado di tutelare le persone in caso di improvvise condizioni epidemiche e ambientali e, contemporaneamente, offrendo loro un migliore e quotidiano equilibrio psicofisico tra vita e lavoro», ha dichiarato durante la presentazione Antonio Napoleone, presidente di Europa Risorse.

L’investitore | Europa Risorse

Fondata nel 2008, Europa Risorse Sgr gestisce attualmente dieci Fondi Immobiliari Alternativi con circa 800 milioni di asset in gestione e annovera un’ampia e diversificata platea d’investitori, quali compagnie assicurative, istituzioni finanziarie, investitori istituzionali, italiani e internazionali.

I Fondi Gestiti da Europa Risorse investono in progetti con differenti profili, dai core e core plus fino a progetti di sviluppo immobiliare residenziale, turistico/ricettivo e terziario e fondi opportunistici.

La società offre servizi di gestione di patrimoni immobiliari principalmente per investitori istituzionali internazionali. Avendo maturato la propria esperienza nella gestione di rilevanti progetti immobiliari, Europa Risorse Sgr si presenta come un partner ideale per dialogare in maniera trasparente e costruttiva anche con le pubbliche autorità e con le istituzioni finanziarie.

Oltre alla Sgr opera anche Europa Risorse Srl, sorta sulla base di una joint venture del 2001 costituita tra vari attori, sia nazionali sia internazionali, tra i quali anche Doughty Hanson & Co Real Estate.

Offre servizi immobiliari a 360 gradi, contando su una cinquantina di professionisti con una consolidata esperienza pluriennale nel settore, consentendo un’accurata supervisione di tutti gli aspetti dalla fase progettuale e autorizzativa sino alla realizzazione, per chiudere con la promozione e l’assistenza per gli aspetti finanziari ed economici. Europa Risorse opera in Italia con fondi istituzionali. (di Adriano Baffelli)