FilcaCisl | Verso la Riforma costituzionale

Turri (FilcaCisl): «Riforma costituzionale, positiva la competenza dello Stato sulle infrastrutture»

Il segretario della FilcaCisl ha evidenziato che assegnare allo Stato la competenza esclusiva sulle infrastrutture strategiche è tra i punti qualificanti della Riforma costituzionale. Insieme all’accelerazione dei tempi di approvazione delle leggi e al dare certezze allo sviluppo del Paese.
Franco Turri | Segretario generale FilcaCisl.
Franco Turri | Segretario generale FilcaCisl.

Il segretario generale della FilcaCisl nazionale, Franco Turri, a margine del convegno della Cisl nazionale sul tema della Riforma costituzionale, al quale hanno partecipato, tra gli altri, il ministro Maria Elena Boschi e il segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan ha evidenziato che «assegnare nuovamente allo Stato la competenza esclusiva sulle infrastrutture strategiche è sicuramente uno dei punti più qualificanti della riforma costituzionale che sarà sottoposta a referendum in autunno. Fino a oggi, infatti, l’unico risultato ottenuto dai veti regionali su autostrade e ferrovie ad alta velocità è stato quello di rallentarne e ostacolarne l’esecuzione, anche in modo strumentale e politico.
Queste opere, invece, sono indispensabili per recuperare il gap nei confronti dell’Europa, per garantire lo sviluppo dell’economia nazionale, e non da ultimo per ridare fiato al settore delle costruzioni, che dall’inizio della crisi ha perso 800mila occupati. Ridurre i costi della politica, accelerare i tempi di approvazione delle leggi, dare nuova forma agli assetti istituzionali e quindi, conseguentemente, dare certezza allo sviluppo del Paese, sono obiettivi condivisi dalla Filca, nell’interesse esclusivo dei 300mila associati alla categoria. Ci auguriamo davvero che la riforma possa portare miglioramenti in questo senso».