Eventi | Senaf

Ventimila visitatori consacrano Saie Bari

Il consuntivo di Saie Bari è decisamente sopra le aspettative. Oltre ventimila visitatori hanno consacrato la fiera dell'edilizia di Bari, città del fare, epicentro dell'imprenditorialità pugliese.

L’iniziativa imprenditoriale di Senaf di portare il Saie anche a Bari, presso la Nuova Fiera del Levante, negli anni dispari rispetto alla manifestazione che si è tenuta sempre a Bologna (dove rimane negli anni pari), è stata ampiamente premiata dagli operatori (350 aziende espositrici e oltre 20mila visitatori).

Visitando Saie Bari ci si è accorti, anche visivamente, della vivacità dell’edilizia in Puglia (dove il comparto rappresenta, secondo le stime di Ance Puglia, il 9.6 del Pil regionale).

Non solo Puglia però, i visitatori di Saie Bari provenivano da tutte le regioni del Sud Italia (Campania, Calabria, Sicilia su tutte), confermando l’ambizione del direttore di Senaf, Emilio Bianchi, di voler mettere a punto un format fieristico che, rispondendo alle mutate esigenze del mercato delle costruzioni, potesse dare risposte eccellenti all’intera industria delle costruzioni del Centro Sud Italia e del bacino del Mediterraneo.

E infatti, Saie Bari, nel nuovo padiglione di Fiera del Levante, ha creato tra gli stand degli espositori dei veri e propri corridoi di “sosta della conoscenza” che ha chiamato piazze delle eccellenze che fornivano argomentazioni sull’innovazione necessaria per imprese, lavoratori e costruito: sostenibilità, salubrità, sismica, infrastrutture, trasformazione digitale di processi e prodotti.

Anche le istituzioni locali, rappresentate dal governatore Michele Emiliano e dal Sindaco di Bari (e presidente Anci) Antonio Decaro, hanno apprezzato l’intrapresa che ha fornito a tantissime eccellenze del territorio un’occasione di visibilità e networking, contribuendo a rilanciare Fiera del Levante.

Inaugurazione Saie Bari 2019.

Dal canto suo, Ivo Nardella, amministratore unico del Gruppo editoriale Tecniche Nuove, inaugurando la fiera, ha affermato di essersi speso perché Bari si trasformasse nel punto d’incontro e di confronto dell’edilizia del Mezzogiorno considerando il capoluogo pugliese come “Luogo del Fare”,  ritenendo superata la definizione di Nord e Sud Italia a favore di quella che evidenzia i “Luoghi del Fare” dai “Luoghi del Non Fare”. Bari, come Luogo del Fare, gli ha dato ragione.

Un contributo fattivo a Saie Bari hanno dato Federcostruzioni, Federbeton e Confindustria Ceramica Raggruppamento Laterizi. Federcostruzioni ha messo l’accento su alcune questioni dirimenti della politica delle costruzioni in questo Paese: dalla ridefinizione delle politiche di edilizia residenziale pubblica alla necessità di avviare interventi di riqualificazione e di recupero del patrimonio immobiliare passando per l’adozione di strategie in linea con il trend demografico e i fabbisogni abitativi dei prossimi anni e i cambiamenti generazionali in atto.

Dibattito Federcostruzioni | Da destra Angelo Deldossi, presidente Ance Brescia, Federica Brancaccio, presidente Federcostruzioni e Francesco Karrer, presidente Comitato Scientifico Federbeton.

Federbeton ha rilanciato la sfida degli investimenti in infrastrutture “sostenibili”, per innovare e rendere più competitivo il Sud. Investire nel sistema Sud, migliorando le infrastrutture, per il centro sudi Federbeton porterebbe avere riflessi positivi incrementando il turismo e gli scambi internazionali di merci. Investire oggi 1.000 euro significa ottenere in 5 anni un incremento di Pil di 3.000 euro; incremento del gettito fiscale di 1.200 euro; 30 kg di CO2.

Evento di premiazione del premio Cassa Edile Award.

A Saie Bari anche la prima del premio Cassa Edile Award, progetto patrocinato dalla Commissione Nazionale Paritetica delle Casse Edili e veicolo per la diffusione del progetto in tutte le 120 casse edili italiane per l’acquisizione dei dati necessari al riconoscimento dei premi. L’Ing. Nicola Bonerba, presidente della Cassa Edile di Bari ha commentato: «L’edilizia ha bisogno di esempi positivi e di comportamenti virtuosi che possano essere d’ispirazione per tutto il settore. Cassa Edile Awards nasce proprio con questo obiettivo: premiare le imprese, gli operai e tutti coloro che quotidianamente contribuiscono allo sviluppo di un sistema imprenditoriale etico e sostenibile».

Il mondo dei laterizi, rappresentato da Confindustria Ceramica, ha messo al centro l’innovazione del comparto per la sostenibilità delle costruzioni e il comfort abitativo che proviene dal corretto efficientamento energetico. Nella piazza dell’edificio salubre è stato approfondito il tema della casa mediterranea che sfrutta le potenzialità dell’inerzia termica dell’involucro e della ventilazione del tetto, così da isolare d’inverno e raffrescare d’estate.

Confindustria Ceramica Raggruppamento Laterizi.

Sempre nella piazza dell’edificio salubre l’Associazione Nazionale Donne Geometra e il tabloid del Gruppo Tecniche Nuove Imprese Edili hanno organizzato il dibattito sull’edificio salubre, focalizzandosi sui danni da Radon e sul monitoraggio dell’inquinamento degli edifici.

Piazza Eccellenza | Edificio salubre.

Con il coordinamento di Assobim è stato esplorato il tema della digitalizzazione dei processi e dei prodotti dell’industria delle costruzioni mentre sensoristica, software, realtà aumentata, esempi applicativi di gestione digitale del costruito hanno animato le attività degli stand.

In contemporanea a Saie Bari si svolgevano anche Fel – Festival Edilizia Leggera che ha riunito il mondo del colore professionale e dell’artigianato che ruota intorno all’industria chimica delle vernici e Condominio Italia Expo che ha focalizzato l’attenzione su questo nuovo attore del mercato che è il Condominio e che tanta parte svolge per la riqualificazione profonda del costruito italiano nelle città.

SAIE sarà nuovamente protagonista a Bologna dal 21 al 24 ottobre 2020 (www.saiebologna.it) e a Bari a ottobre 2021 (www.saiebari.it).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here