Produzione | Graphisoft

Digitalizzazione: trasformare le rovine della chiesa in un centro per concerti

Graphisoft, protagonista del processo di digitalizzazione nel mondo delle costruzioni e nella riqualificazione di edifici storici, partecipa come sponsor alla terza edizione del concorso internazionale Re-Use Italy. Obiettivo della competizione la realizzazione di un polo culturale all’interno della “Chiesa Diruta”, a Grottole.

Il concorso internazionale Re-Use Italy che dagli esordi chiama a raccolta idee e progetti volti a ripensare e recuperare il paesaggio storico italiano, è giunto alla sua terza edizione. Protagonista in questo caso è la Chiesa Diruta, costruita nel XV secolo a Grottole, in provincia di Matera.

La “Chiesa Diruta” non è mai stata compiuta a causa di vari terremoti e incendi. Attualmente si trova in totale stato di abbandono.

La competizione, aperta a professionisti e studenti, chiede ai partecipanti di trasformare le rovine della chiesa in un centro per concerti, con l’obiettivo di ridare vita e, allo stesso tempo, mantenere il fascino storico e culturale dell’antica costruzione.

Inoltre, la trasformazione della chiesa potrebbe fungere da stimolo per la ristrutturazione del centro storico di Grottole anch’esso in gran parte ridotto a ruderi, dando vita a un nuovo punto di incontro per i cittadini e i turisti da tutto il mondo.

Il concorso, promosso in partnership con Graphisoft, Wonder Grottole, ArchDaily e KooZa/rch, è supportato dal Comune di Grottole, Fai Basilicata, Matera Art Film Festiva, Anci Basilicata, Associazione Borghi Autentici d’Italia.

Il termine ultimo per la consegna dei progetti è il 12 di marzo 2021. Ai partecipanti è richiesto l’invio di una sola tavola A1 (59cm x 84cm) partendo dal modello Bim realizzato in Archicad, che potrà essere scaricato con formato aperto o anche per chi già utilizza il software di authoring in formato .pln. Tutti i progetti inviati verranno esposti in una mostra a Grottole in programma ad Aprile 2021 e i vincitori saranno invitati a presentare il progetto alla cittadinanza.

La partecipazione di Graphisoft a questo importante progetto sottolinea ancora una volta quanto l’azienda sia protagonista nella digitalizzazione dei processi nel mondo delle costruzioni grazie al suo rivoluzionario approccio alla progettazione architettonica. Un software di Bim authoring come Archicad può infatti aiutare i progettisti nel delicato flusso di lavoro di un progetto di Hbim dedicato alla riqualificazione di edifici già esistenti. (vb)