Produzione | Rivestimenti

I cinque usi più comuni del cemento resina

Come rivestimento per pavimenti e pareti, nei bagni e in cucina, per realizzare scale e per rivestire le piscine: ecco i cinque principali utilizzi del cemento resina. Una malta composta dai due componenti (cemento e resina) che creano un materiale resistente e di facile pulizia. Il cemento resina può essere applicato su superfici verticali e orizzontali e dà luogo a superfici continue prive di fughe o giunture, perfettamente impermeabili.

Il cemento resina è un materiale flessibile composto da cemento e resina, due elementi che danno luogo a un materiale durevole, ottimale sia in interno sia in esterno, che assicura facilità di pulizia e impermeabilità.

Applicazione Mapei.

Cemento resina, perfetto negli interventi di restyling

Questo materiale si applica direttamente su qualsiasi superficie esistente con uno spessore relativamente sottile (3 cm) che lo rende perfetto per progetti di ristrutturazione non troppo invasivi e semplici restyling.

Gli esperti di habitissimo hanno stilato una lista dei cinque usi più comuni del cemento resina per valorizzare e rinnovare la  casa all’interno e all’esterno.

1. Per rivestire pareti e pavimenti. Il cemento resina è un rivestimento perfetto per pavimenti e pareti. Particolarmente apprezzato da progettisiti ed interior designer per le sue caratteristiche estetiche: grazie alla sua forte aderenza, infatti, il cemento resina può essere applicato praticamente su qualsiasi tipo di superficie stabile, comprese le ceramiche, in orizzontale e verticale. Il risultato è una casa dal carattere forte e unico, in cui le superfici si susseguono senza interruzioni.

2. Per rinnovare le scale. Non solo pareti e pavimenti, anche le scale si prestano ad essere rinnovate da un leggero strato di cemento resina. La versalità di tale materiale e la necessità di spessori minimi fanno si che sia possibile rivestire gli scalini rispettando la forma della scala e gli angoli. Si verrà così a creare una nuova armonia fra gli spazi di casa, in continuità con gli altri ambienti. L’effetto materico del cemento resina poi creerà il sottofondo ideale, un vero e proprio palcoscenico per i mobili.

3. Per il bagno. Si tratta di un rivestimento particolarmente indicato per ambienti a contatto con l’acqua grazie alla sua ottima impermeabilità ed alla facilità di pulizia con conseguente maggior igiene. Inoltre l’ampia varietà di colori a dispozione e le tante finiture realizzabili in fase di posa, permettono di soddisfare ogni gusto estetico ed esigenza.

4. Per i top cucina. Il cemento resina può facilmente essere utilizzato per realizzare i top delle cucine: garantisce igiene ed impermeabilità, ed è un materiale durevole nel tempo e resistenti all’abrasione, la stessa esigenza di particolare cura estetica. Il cemento resina può rivestire l’intera cucina, giungendo ad integrare lo stesso lavello o il piano cottura.

5. Per rivestire le piscine. Il cemento resina è un materiale perfetto per rivestire le piscine, sia quando se ne costruisce una ex novo, sia per rinnovarne una esistente. Un rivestimento continuo che offre impermeabilità e resistenza senza eguali. L’applicazione uniforme del cemento resina è adatta sia per l’interno della piscina sia per il bordo. La buona aderenza del cemento resina consente di applicarlo su diversi tipi di supporto, come le piastrelle o su cemento grezzo. Con l’applicazione di questo prodotto è possibile eseguire la ristrutturazione di una piscina in tempi brevi e con ottimi risultati. Per rivestire in sicurezza le piscine è necessario trattarlo con un’apposita resina protettiva (creata per le superfici in contatto permanente con l’acqua), in modo da renderlo più resistente alla penetrazione di liquidi. Ed una volta installato non necessita più di alcuna manutenzione.

Applicazione Realcem.

Come si applica

Il cemento resina può essere applicato su superfici verticali e orizzontali e dà luogo a superfici continue, prive di fughe o giunture per cui perfettamente impermeabili. A differenza di altri materiali si applica in modo manuale, aspetto che consente di ottenere finiture decorative variabili in uno spessore di appena qualche millimetro, anche con sagome complesse.

Proprietà antiscivolo

Per ottenere superfici antiscivolo va realizzata una buona texturizzazione in modo da non avere superfici lisce. Questo trattamento è da preferire per il bordo della piscina, mentre per l’interno si può utilizzare una finitura liscia. Nel caso di testurizzazione per la pulizia delle superfici sarà bene usare un’idropulitrice perchè la rugosità trattiene lo sporco.

Come aumentare la durata del cemento resina

Subito dopo l’applicazione del cemento resina occorre attendere una settimana per l’asciugatura definitiva. In questo modo il rivestimento può raggiungere il giusto livello di durezza e resistenza. Nonostante questo la superficie andrà salvaguardata con attenzione, ad esempio se si pone degli arredi fissi vicini al bordo piscina oppure dei lettini, occorre prestare attenzione a non danneggiare la superficie in cemento resina con graffi o fori.

Pulizia e manutenzione

Per la pulizia delle superfici in cemento resina non occorrono particolari precauzioni, sarà sufficiente un lavaggio con acqua e detergenti neutri, senza abrasivi. Per semplificare ulteriormente la pulizia si può fare un’applicazione di vetro liquido su tutto il rivestimento, prodotto che penetra in profondità nella superficie in cemento resina, ostacolando l’infiltrazione di acqua e rendendo il materiale inattaccabile da grassi, acidi e sali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here