Eventi | Antolini a Marmomacc

Marmi dagli effetti materici dove domina il colore

Durante la recente edizione di Marmomacc 2016, Antolini ha ospitato una collezione di pietre naturali dagli effetti materici, ambienti ricercati e finiture che esaltano la ricchezza cromatica delle superfici.

L’ingresso dell’area espositiva accoglie il visitatore in un ampio spazio dove il Bianco Lasa/Covelano «Vena Oro» in finitura lucida viene accostato a pareti in Nero Assoluto, per uno spazio minimal e chic, in grado di far risaltare anche l’esposizione dei gioielli «Lady-A».

Le diverse aree dello spazio Antolini alla recente edizione di Marmocacc, svoltasi a Verona da 28 settembre al 1 ottobre, esprimevano un lifestyle contemporaneo con accenti vintage e dettagli ricercati, come le zone bagno/wellness, cucina e bar, disegnate da Alessandro La Spada.

antolini-spazio-espositivo-1

La Quartzite Michelangelo è stata protagonista della zona cucina, nelle diverse finiture, creando un maestoso fondale in Stratos Design che vibrava sotto l’effetto della luce e contrastava con i tavoli in Bianco Lasa/Covelano «Vena Oro» (lether) e con i pavimenti (polished) creando un rimando di giochi tra lucentezza e opacità. Le lampade e i vasi che arredavano lo spazio erano di Numero Due; il Lampadario Leaf 7208/24 di MM Lampadari; le rubinetterie firmate Gessi.

antolini-spazio-espositivo-3

Nell’area bagno, le pareti in Jurassic Brown «Extra» (superhydro e Allight Collection) si accendevano creando delle quinte scenografiche vive conferendo un deciso tocco materico. Il pavimento in White Super (lether) con la sua superficie specchiante enfatizzava i volumi in Jurassic Brown «Extra» (lether) come il mobile poggia pesi, gli scaffali e il lavabo (polished + lether). Al centro, un tapis roulant «Run Personal» Unity con panca «Bench Personal» Chrome con manubri e pesi di Technogym.

La Immersive Lifestyle, pensata e disegnata dall’architetto Claudio Silvestrin, è un concept ricercato, ambienti come la Lounge, l’area wellness o la spa declinano le textures e i colori in un gioco di nuance utilizzando pietre tra cui il Brown Chocolate, il Jurassic Brown e la Calcite Caraibica, con enfasi sulle diverse finiture. Grazie alla realtà aumentata, è stato possibile camminare virtualmente all’interno degli spazi e quasi «toccare» gli oggetti.

antolini-spazio-espositivo-2

JURASSIC BROWN

È composto da autentici fossili incastonati nella pietra, proviene da una cava della Spagna che si trova a 800 metri sul livello del mare e a più di 60 chilometri dalla costa. Di formazione sedimentaria, questa cava è composta da molti strati che presentano una concentrazione eccezionale di fossili Nerinea, un genere estinto di chiocciola di mare dai variegati colori.

A seguito di un fenomeno naturale, milioni di questi molluschi si stabilirono in una piccola area del fondale marino. Le conchiglie, subendo una forte pressione, con il calore e il passare di milioni di anni si sono trasformate in marmo, dando vita a una varietà molto pregiata di limestone. Questa pietra naturale può essere modellata e adattata a seconda della personalità del designer in soluzioni differenti e uniche, ma dal forte impatto comunicativo.

quartzitemichelangelo

QUARZITE MICHELANGELO

È una pietra naturale in cui squarci di luce filtrano attraverso bianche onde vibranti che amplificano la potenza ipnotica. Nel suo nome, racchiude un omaggio all’artista che ha fatto della scultura una sorprendente arma di comunicazione, capace di trascendere epoche e culture. Come in un eterno appuntamento tra forze ancestrali, nei toni caldi e freddi di Quartzite Michelangelo il cielo e la terra sembrano incontrarsi: quasi scariche di un temporale notturno si stagliano i toni del blu, trafiggendo la rossastra terra polverosa.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here