Habitissimo | Energia

Rinfrescare la casa con energia pulita e risparmio in bolletta

Per rinfrescare gli ambienti in estate l’unica soluzione è affidarsi al condizionatore. Ma molti ancora temono una bolletta troppo salata oppure che sia nocivo per l’ambiente. Gli esperti di habitissimo hanno individuato un'alternativa in grado di tutelare tanto l’ambiente quanto il portafoglio, ovvero dotarsi di un sistema ad energia aerotermica.

I sistemi aerotermici, che si compongono di pompe di calore di ultima generazione, sono studiati per rinfrescare la casa in estate ma anche per il riscaldamento invernale e acqua calda utilizzando energia rinnovabile sfruttando il calore presente nell’aria esterna.

Spiegano gli esperti di habitissimo«l’energia aerotermica viene fatta confluire in un evaporatore, ovvero la parte dove avviene lo scambio di energia termica che determina l’evaporazione del liquido di raffreddamento. Grazie a un compressore e poi a un condensatore, il gas viene nuovamente trasformato in liquido producendo energia termica: tale energia viene quindi utilizzata per alimentare il sistema di condizionamento dell’aria scelto».

Habitissimo | Sistemi aerotermici.

In pratica, in fase di riscaldamento il calore viene prelevato dall’esterno dell’edificio e portato all’interno, in fase di raffrescamento estivo avviene il contrario. In base allo stesso principio, le pompe di calore aerotermiche possono produrre anche acqua calda sanitaria e sopperire quindi a tutte le esigenze di un intero edificio.

Tutti i vantaggi

Il sistema di pompe aerotermiche è anche facile da installare, non richiede lo stoccaggio di carburante e l’ubicazione delle macchine necessarie per il suo il funzionamento non è condizionato da altri elementi quali la canna fumaria.

Inoltre, è possibile installare un sistema di controllo a zona, che consente un maggiore comfort in casa e aumenterà ulteriormente il risparmio energetico».

Un altro importante vantaggio di questo sistema è che l’installazione completa si ottiene con un singolo device, quindi non è necessario disporre di un ampio spazio per alloggiare l’impianto: all’esterno della casa viene installata un’unità che è responsabile della raccolta dall’aria e del suo trasferimento nel circuito interno della casa.

L’investimento in un impianto aerotermico è una valida alternativa quando non è possibile l’installazione di pompe di calore geotermiche in quanto non prevede scavi.

Se in inverno un impianto di questo tipo è in grado di lavorare fino a temperature esterne di -25°C la climatizzazione degli ambienti non avrà grandi ripercussioni in bolletta, non essendo un sistema che si alimenta attraverso un combustibile.

Rispetto a un sistema a biomassa, questo tipo di soluzione ha dei costi superiori, ma è  un investimento che si ripaga nel tempo con il plus di contenere le emissioni di Co2 al minimo senza compromettere il comfort all’interno degli ambienti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here