Produzione | Ruregold

Sistemi di rinforzo strutturale Frcm per la scuola di Francavilla in Sinni

Il progetto di messa in sicurezza della palestra della scuola “A. Ciancia” di Francavilla in Sinni (Pz) ha consentito il totale recupero della funzionalità statica, in allineamento ai coefficienti di sicurezza delle Ntc 2018, grazie alle soluzioni Frcm Ruregold. I sistemi a base di materiali compositi Frcm oltre a garantire elevate proprietà meccaniche, presentano una resistenza a trazione superiore e un modulo elastico maggiore rispetto ai sistemi di rinforzo tradizionali.

La palestra dell’edificio scolasticoA. Ciancia” di Francavilla in Sinni, in provincia di Potenza, è stata oggetto di un progetto di messa in sicurezza che ha visto protagoniste le soluzioni per il rinforzo strutturale Ruregold a base di materiali compositi Frcm. Queste sono costituite da fibre lunghe in Pbo e carbonio a elevata resistenza a trazione non soggette a corrosione, annegate in una speciale matrice inorganica capace di garantirne l’aderenza con il supporto.

Nel caso in questione l’Ufficio Tecnico Ruregold, di concerto con il progettista del Comune/Rup Ing. Gaetano Chiurazzi, e la Dl Ing. Adele Oliveto, ha proposto all’impresa esecutrice, la Pittella Costruzioni di Lauria (Pz), un articolato piano di intervento, che al piano seminterrato della struttura ha previsto il ringrosso dei pilastri esistenti previa scarifica del copriferro, il trattamento dei ferri di armatura esistenti con Passivante Ruregold e il successivo ripristino degli stessi tramite aggiunta di un’armatura supplementare e un nuovo strato di malta Mx-r4 Ripristino per aumentarne la sezione.

Ruregold | Intervento di riqualificazione e miglioramento strutturale della palestra.

Per il piano superiore il progetto ha invece previsto il rinforzo a pressoflessione, a taglio e il confinamento dei pilastri nonché il rinforzo dei nodi trave-pilastro mediante il sistema Frcm composto dalla rete Pbo-Mesh 105 e dalla malta Mx-Pbo Calcestruzzo, affiancato dai connettori Pbo-Joint 6.0 in combinazione con la malta Mx-Joint.

Il pacchetto di prodotti e sistemi a base di fibre di Pbo utilizzato nell’intervento è parte della gamma di soluzioni Frcm Ruregold che, oltre a garantire proprietà meccaniche ad alte prestazioni in grado di assorbire gli sforzi generati dai sovraccarichi e da eventi eccezionali come i terremoti, presentano, rispetto ai sistemi tradizionali a base di fibre di carbonio, una resistenza a trazione superiore sino al 20% e un modulo elastico maggiore sino al 15%.

Ruregold | Il rinforzo a pressoflessione dei pilastri ha richiesto l’asportazione del calcestruzzo ammalorato, la passivazione dei ferri, l’aggiunta di un’armatura supplementare e il ripristino del calcestruzzo ammalorato.

In più, i sistemi Frcm mantengono le prestazioni dichiarate indipendentemente dall’umidità e dalla temperatura di esercizio, a differenza degli Frp che le garantiscono solo in condizioni termoigrometriche standard, e modalità di posa particolarmente agevoli.

Il rinforzo a pressoflessione dei pilastri, in particolare, di sezione 30×30 cm o 30×50 cm a seconda delle aree dell’edificio, ha richiesto preventivamente l’asportazione del calcestruzzo ammalorato, la passivazione dei ferri e il ripristino del calcestruzzo ammalorato; si è quindi proceduto alla posa di un primo strato di malta Mx-Pbo Calcestruzzo, seguito dall’applicazione della rete Pbo-Mesh 105 disposta lungo lo sviluppo longitudinale dei pilastri e fissata tramite il connettore a fiocco Pbo-Joint, e completata con un secondo strato di Mx-Pbo Calcestruzzo.

Per il rinforzo a taglio si è provveduto alla fasciatura dei pilastri con il medesimo ciclo, disponendo la rete Pbo-Mesh 105 in avvolgimento attorno all’elemento in due strati, con le strisce di larghezza pari a 25 cm disposte in adiacenza e sovrapposte per una lunghezza di 30 cm; la rete è stata disposta in direzione ortogonale all’asse dei pilastri in accoppiamento con la malta Mx-Pbo Calcestruzzo.

Oltre a garantire la massima celerità operativa, la combinazione delle soluzioni Frcm Ruregold ha consentito di ottenere il ripristino della completa funzionalità statica della palestra e il suo allineamento ai coefficienti di sicurezza previsti dalle Norme Tecniche Costruzioni – Ntc 2018. (vb)