Veicoli commerciali | Off road

Anche sul Vito, Mercedes ha inserito la trazione integrale

Robustezza ed affidabilità, caratterizzano il Vito 4x4 con trazione integrale, il van ideale per le condizioni di impiego più gravose.

La convenzionale trazione posteriore ha fatto di Mercedes-Benz Vito un punto di riferimento in termini di dinamica di marcia e maneggevolezza. Con Vito 4×4 queste qualità vengono amplificate grazie alla trazione integrale permanente e quindi alla maggiore sicurezza anche in condizioni sfavorevoli.

Mercedes | Vito 4×4.

Trazione integrale permanente. La trazione integrale si basa sul sistema elettronico di controllo della trazione 4Ets di Mercedes-Benz.  Sul Vito 4×4 è permanente consentendo a questo van la massima forza di trazione e quindi di sicurezza in situazioni limite.

4Ets leggero al posto di bloccaggi meccanici del differenziale. La trazione integrale permanente ripartisce la forza motrice tra asse anteriore e posteriore in rapporto 35:65. Questa configurazione non differisce molto da quella consueta per la versione a trazione posteriore del veicolo per quanto riguarda il comportamento di marcia.
Al posto dei bloccaggi meccanici del differenziale, la trazione integrale utilizza il sistema elettronico di controllo della trazione 4Ets: se una o più ruote perdono trazione su fondo sdrucciolevole, quest’ultimo frena automaticamente le ruote interessate tramite brevi impulsi aumentando nel contempo la coppia motrice su quelle con maggiore aderenza.

Mercedes | Vito 4×4.

 A tal fine il sistema 4Ets si avvale dei sensori radar Abs. Con il suo intervento frenante automatico, il sistema 4Ets può simulare fino a tre bloccaggi del differenziale: bloccaggio longitudinale oltre ai bloccaggi sull’asse posteriore ed anteriore.

Integrazione completa nell’Adaptive Esp. Il sistema di controllo della trazione 4Ets è completamente integrato nell’Adaptive Esp e la sua caratteristica di regolazione è stata adattata specificamente alla trazione integrale. Tutte le funzioni dell’Adaptive Esp sono mantenute.

Grazie alla carrozzeria rialzata, l’angolo di sbalzo anteriore è di 20° (trazione convenzionale 14°) mentre posteriormente nella variante con passo e sbalzo corti l’angolo è di 28° (22°) e con sbalzo lungo è di 19° (15°). Il Vito 4×4 a passo corto ha un angolo di rampa, importante per il superamento di dossi, di 19° anziché 14°. L’altezza libera dal suolo è di 150 mm in corrispondenza dell’asse anteriore e di circa 210 mm al posteriore. A seconda della motorizzazione la capacità di superamento delle pendenze è superiore del 20% circa rispetto a quella del Vito a trazione convenzionale.

Mercedes | Vito 4×4.

Grandi carichi. Con la trazione integrale il van pesa solo 125 kg in più e, a seconda delle varianti di modello, il peso totale ammesso di Vito 4×4 arriva a 2.800 e 3.050 kg.
Poiché con la trazione integrale l’altezza complessiva del veicolo aumenta di appena 70 mm, il Vito 4×4 non raggiunge il limite fondamentale dei due metri di altezza totale, quindi può entrare in passaggi bassi, parcheggi coperti e impianti di lavaggio, requisito essenziale in termini di versatilità e polivalenza del mezzo.
Motori potenti e tecnologia BlueEfficiency di serie per la versione Kombi. Estremamente parco nei consumi e con prestazioni eccellenti: queste le caratteristiche del quattro cilindri Cdi della serie Om 651 nascosto sotto il cofano del Mercedes-Benz Vito 4×4, che soddisfa i requisiti della norma Euro 5b+. Bassi valori di consumo vanno di pari passo con ridotte emissioni di CO2, frutto principalmente della tecnologia BlueEfficiency, di serie sul Vito versione Kombi immatricolato come autovettura e disponibile a richiesta in versione Furgone.

Le varianti di potenza

  • Vito 113 Cdi 4×4 
    100 kW (136 Cv) a 3.800 giri/min, 310 Nm di coppia a 1.400-2.400 giri/min
  • Vito 116 Cdi 4×4 
    120 kW (163 Cv) a 3.800 giri/min, 360 Nm di coppia a 1.600-2.400 giri/min.

Il motore adotta un sistema d’iniezione Common Rail, per entrambe le varianti di potenza la sovralimentazione viene affidata a un turbocompressore a geometria variabile. Con una coppia elevata già a basso numero di giri assicurano un range di utilizzo utile eccezionalmente ampio, compreso tra 1.500 e 4.000 giri circa. Ciò rappresenta un grande vantaggio soprattutto nella marcia fuoristrada poiché, data la curva caratteristica del motore, su Vito 4×4 non sono necessari molti cambi marcia, che su terreni non asfaltati si traducono in perdite di aderenza e quindi di trazione.

Contenimento dei consumi grazie alla tecnologia BlueEfficiencyLa tecnologia BlueEfficiency di serie su Vito Kombi immatricolato come autovettura (a richiesta per tutti gli altri modelli) è sinonimo di riduzione di consumi ed emissioni. Gestione batteria, pneumatici con resistenza al rotolamento ottimizzata, pompa del servosterzo Eco, pompa del carburante regolata e misure apportate all’interno del motore sono la dimostrazione dell’eccellenza tecnica di Vito 4×4.

Mercedes | Il cruscotto con il particolare volante.

Cambio automatico e trazione integrale. Di serie su Vito 4×4 la forza di trazione viene trasmessa dal cambio automatico Mercedes-Benz a 5 rapporti, particolarmente confortevole ed ampiamente collaudato. Questo abbinamento supporta efficacemente chi guida soprattutto in fuoristrada, poiché grazie al sistema 4Ets ed al cambio automatico può concentrarsi esclusivamente sulla conduzione del veicolo.

Mercedes Vito | Gli interni.

I modelliMercedes-Benz propone il Vito 4×4 in numerose varianti per gli impieghi più diversi nel settore commerciale. È disponibile in tutte e tre le varianti di lunghezza «compatta», « lunga» ed «extralunga» in combinazione con tetto normale. 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here