Ristrutturazione | Galleria degli Uffizi

Finiti i restauri alle coperture del Corridoio vasariano

La caduta di un piccolo trave della copertura in prossimità della chiesa di Santa Felicita, a metà dello scorso mese di agosto, ha permesso di rilevare uno stato di degrado diffuso del tetto per una lunghezza di un centinaio di metri, in un tratto del Corridoio Vasariano.

Sono stati conclusi i lavori di riparazione e ristrutturazione di una parte del tetto sopra il Corridoio Vasariano. La caduta di un piccolo trave della copertura in prossimità della chiesa di Santa Felicita, a metà dello scorso mese di agosto, ha permesso di rilevare uno stato di degrado diffuso del tetto per una lunghezza di un centinaio di metri, in un tratto del Corridoio Vasariano.

corridoio vasariano

L’opera di restauro è stata progettata e diretta da Antonio Godoli, architetto della Galleria degli Uffizi, insieme al responsabile tecnico Antonio Russo e a quello della sicurezza nel cantiere Franco Storia ed ha interessato oltre 400 mq di tetto.

Il Soprintendente per il Polo Museale Fiorentino, Cristina Acidini ha affermato che l’intervento appena concluso rientra nel programma di cure assidue e discrete, per le quali è impensabile trovare degli sponsor, ma che sono tra le priorità della Soprintendenza.
Nel cortile a lato della chiesa si è voluta lasciare, con incisioni sull’intonaco, la memoria della pilastrata con gli archi del corridoio che qui una volta erano aperti, ma furono chiusi qualche secolo fa, una situazione simile in origine a quella di lungarno Archibusieri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here