Imprese | Cantieri

Cava di Trezzano nei grandi cantieri di Milano

Cava di Trezzano è al lavoro in quattro cantieri nell’area metropolitana di Milano e provincia. Due riguardano le torri Pwc a City Life e la torre Unipol Sai a Porta Nuova, cantieri che verranno conclusi nel 2020. Altri due cantieri saranno in opera a Cinisello Balsamo per realizzare un centro commerciale Auchan e a Monza per il centro Coop.

Marco Lavatelli | Amministratore Delegato Cava di Trezzano

«Siamo orgogliosi di contribuire alla nascita di una nuova Milano, una città più grande, più moderna, più efficiente e vivibile; siamo infatti presenti nei pool di imprese che stanno realizzando le più importanti opere edilizie del capoluogo lombardo, sia in centro città sia nei principali comuni dell’hinterland».

Quattro cantieri

Sono quattro i cantieri in cui Cava di Trezzano è attualmente impegnata. Si tratta in primo luogo di due grattacieli destinati a modificare e caratterizzare la skyline della metropoli:

  • la torre Pwc, 175 metri d’altezza, 31 piani, 35mila mq di superficie, il grattacielo Pwc sarà la terza delle Tre Torri di City Life progettata da Daniel Libeskind, sarà terminata nel 2020;
  • la torre Unipol Sai, progettata da Mario Cucinella, è destinata a completare, sempre nel 2020, l’urbanizzazione di Porta Nuova. L’edificio sarà alto 120 metri e avrà una superficie di 31mila mq.

Cava di Trezzano contribuisce anche alla realizzazione dei due più importanti progetti della Grande Milano:

Cantieri di Cava di Trezzano.

il centro commerciale polifunzionale Auchan di Cinisello Balsamo, un complesso polifunzionale di ultima generazione fra i più grandi e moderni d’Europa, che conterrà attività commerciali, ristoranti e attività aggregative, tra cui quali un multisala e un planetario. In tutto oltre 140mila mq di superficie tra aree a verde, aree pubbliche, uffici, servizi, negozi, intrattenimento;

il centro Coop di Monza che prevede la realizzazione di un centro commerciale all’ex-Cgs, su un’area di 13mila metri quadri. La fabbrica dismessa di apparecchiature elettriche e trasformatori sarà demolita e sostituita da un edificio che ospiterà un supermercato e spazi polifunzionali con servizi privati di interesse generale.