Rete Irene | Network per l’efficientamento energetico

Rete Irene: obiettivo smart building

Ha preso ufficialmente avvio con la presentazione milanese della scorsa settimana Rete Irene, un network d’imprese del settore edile che vuole proporre un nuovo concetto di riqualificazione energetica degli edifici. La rete è composta da 13 aziende che da oltre 50 anni operano nel settore degli interventi sugli immobili.

Obiettivo di Irene è di diventare il punto di riferimento, in primo luogo in Lombardia, per piccoli proprietari, condomini, gestori di grandi patrimoni immobiliari e pubbliche amministrazioni, che hanno compreso il valore di operazioni di adeguamento di alloggi ed edifici ai migliori standard europei di efficienza energetica, consentendo ad abitazioni e immobili non solo di risparmiare energia ma di guadagnarne.
La visione di Irene. S’intende superare il concetto di riqualificazione energetica, proponendo un innovativo sistema integrato di attività in grado di trasformare la casa rendendola più efficiente dal punto di vista energetico, ma anche rispettosa dell’ambiente ed economicamente intelligente: un nuovo e più ampio concetto di smart building. Che significa una casa in cui le spese di riscaldamento vengono ridotte fino al 50% e oltre, e il cui valore patrimoniale aumenta. Ma anche una casa che riduce drasticamente le emissioni inquinanti rispettando l’ambiente.
Analisi spese di riscaldamento. Secondo Irene, a Milano una famiglia per riscaldare una casa spende quasi il doppio che a Parigi o a Berlino. A Milano solo un edificio su 100 appartiene alla classe energetica A o A+, il 5,5% è in classe B e il 7,4% in classe C (fonte Finlombarda). In particolare una casa su due (il 51,6% degli edifici) è in ultima classe, la classe G, con un fabbisogno energetico annuale (per la climatizzazione e il riscaldamento) pari a 283,5 kWh/m2. Considerando tutte le abitazioni certificate dal 2007 a oggi, il fabbisogno energetico medio solo nel nord Italia si attesta su un valore di 202,8 kWh/mq (in piena classe G, la peggiore di tutti).
Questa situazione è dovuta essenzialmente all’alta percentuale d’impianti di riscaldamento obsoleti, alla scarsa tenuta del cosiddetto involucro edilizio la cui efficienza è inversamente proporzionale all’età degli edifici: in sostanza un immobile che risale a prima del 1980 ha un fabbisogno di energia fino a tre volte maggiore di un immobile nuovo.
La forza di Rete Irene sta nel suo mettere insieme aziende con know-how differenti e complementari che vanno dalla produzione di materiali e sistemi isolanti all’installazione di impianti di nuova generazione, dalla progettazione e realizzazione di soluzioni energetiche alternative e rinnovabili a imprese leader nel recupero e nel restauro di edifici o, ancora, nello sviluppo di strutture e rivestimenti per tetti e facciate. Il tutto grazie al cosiddetto Servizio Ren (Riqualificazione energetica): un’unica cabina di regia e un checkup completo dell’abitazione o dell’edificio che permette d’individuarne tutti gli sprechi energetici e tutti i fattori causa d’inquinamento, proponendo la soluzione più efficace e vantaggiosa.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here