Punti di Vista | Ivo Nardella, Gruppo Tecniche Nuove

Saie: luogo delle innovazioni che cambieranno il volto delle nostre città

Il Gruppo Tecniche Nuove, e in prima linea Senaf, con la Filiera delle Costruzioni, in un confronto largo e aperto, riporterà il Saie alla sua mission iniziale: luogo del Sapere Tecnico e Manageriale, luogo del Saper Fare, luogo delle Innovazioni che cambieranno il volto delle nostre città, delle nostre case, dei nostri luoghi di lavoro, delle nostre infrastrutture. Dal Saie ripartirà un’Industria delle Costruzioni capace di contribuire alla crescita del Pil e del Paese. Fin d’ora il mio grazie va ai partner che con Tecniche Nuove hanno avviato questo processo di cambiamento e a quelli che lungo la strada vorranno affiancarci. Buon Saie a tutti.

Speciale #Saie 2018 | #Tecnologie per l’#Edilizia e l’#AmbienteCostruito4.0

Ivo Nardella | Ad Gruppo Tecniche Nuove.

Il nostro Gruppo ha individuato nell’edilizia uno dei comparti industriali capaci di tracciare una chiara linea di demarcazione tra un’Italia che guarda al passato e un Paese capace di valorizzare, con infrastrutture e soluzioni edilizie moderne e sostenibili il proprio territorio e le proprie città, con il loro patrimonio storico e architettonico.

Il nostro sostegno al progetto di rilancio del Saie, accanto a BolognaFiere e importanti componenti associative nazionali e territoriali, ci permetterà di mettere a disposizione del sistema dell’industria delle costruzioni visione e competenze maturate all’interno del nostro network di comunicazione B2B.

Il mercato è cambiato e le modalità di fruizione di alcune tecnologie stanno modificando i modelli di business. Occorre trasformare questi cambiamenti in opportunità. Per farlo serve innovazione dentro e fuori i centri di produzione.

Le fabbriche sono robotizzate e sempre più componenti edilizie sono industrializzate. Oggi si passa dall’idea alla modellazione, dalla simulazione alla realizzazione senza spostarsi da una workstation; i semilavorati si muovono grazie a carrelli automatici a guida autonoma e i pezzi in magazzino vengono depositati e prelevati automaticamente e il cantiere diventa solo luogo di assemblaggio; i processi vengono monitorati nei minimi dettagli e ottimizzati in tempo reale, influenzando la supply chain.

Il costruito attraverso la sensoristica può essere monitorato per gestire in sicurezza l’intero ciclo di vita. Occorre quindi rivedere profondamente i processi di produzione influenzati dalla trasformazione digitale che attiene all’intero ecosistema d’impresa: mercato, norme, infrastrutture, comunità, società.

Si tratta di un cambio di paradigma che richiede collaborazione, attitudine al rischio, disponibilità a cambiare strategia e ad accettare di compiere errori, oltre a una mentalità aperta, capace non solo di accogliere il cambiamento ma di progettarlo attivamente e di guidarlo. Per innovare davvero occorre un approccio ragionato alla tecnologia, mediato da partner capaci e disponibili.

Il nostro Progetto Saie, che a partire da questa edizione siamo determinati a realizzare, parte proprio dalla capacità di fare sintesi fra strumenti disponibili, confronto collaborativo e azioni innovative.

Il Gruppo Tecniche Nuove, e in prima linea Senaf, con la Filiera delle Costruzioni, in un confronto largo e aperto, riporterà il Saie alla sua mission iniziale: luogo del Sapere Tecnico e Manageriale, luogo del Saper Fare, luogo delle innovazioni che cambieranno il volto delle nostre città, delle nostre case, dei nostri luoghi di lavoro, delle nostre infrastrutture.

Dal Saie ripartirà un’Industria delle Costruzioni capace di contribuire alla crescita del Pil e del Paese. Fin d’ora il mio grazie va ai partner che con Tecniche Nuove hanno avviato questo processo di cambiamento e a quelli che lungo la strada vorranno affiancarci. Buon Saie a tutti.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here