Edilizia ricettiva | Riqualificazione sostenibile

Zero-Gravity: da area in disuso a centro ricreativo polifunzionale

Ideato dall’ing. Andrea Poffe e realizzato grazie alla sinergia con Uisp, il centro polifunzionale Zero Gravity è stato realizzato dall’impresa Magnetti Building che ha garantito una struttura efficiente energeticamente e armonizzata con l’ambiente circostante. Utilizzati pannelli di copertura supertermici con coibentazione in fibra minerale, guaina impermeabilizzante sistema Acqua-Stop e pannello matrice Reckli 2/128 Hudson.

A Milano si trova l’unica palestra di discipline acrobatiche d’Italia: si chiama Zero-Gravity ed è stata realizzata grazie alla collaborazione tra il suo ideatore, l’ing Andrea Poffe e le soluzioni Magnetti Building.

La nuova struttura è situata in un quartiere nella periferia milanese: 2.500 mq di palestre, 1.500 di aeree polifunzionali e 6 mila mq all’aperto, un vero polo ricreativo in grado di creare condivisione intergenerazionale e totale recupero di un’area quasi dimenticata. 

Zerogravity è stato costruito in un’area in disuso della periferia milanese che ospitava in passato il centro sportivo Crespi, un vecchio campo da baseball.

Su un area sportiva in disuso

Il nuovo polo sportivo è stato costruito in quello che era un tempo il centro sportivo Crespi, un vecchio campo da baseball in disuso del comune di Milano: la società sportiva fondata nel 2011 da Andrea Poffe assieme al fratello Michele ha potuto realizzare, grazie all’impressa edile Magnetti Building di Carvico e alle direttive dello studio di progettazione integrata ADai (Aquilino Donato architetti ingegneri) un impianto sportivo giovane e di forte risonanza anche a livello europeo per chi ama e pratica ginnastica acrobatica, X-games, parkour, e winter freestyle.

Si tratta di un’area di 10mila mq di cui 4mila di palestre e impianti polifunzionali e 6mila restanti per gli esercizi outdoor. Una struttura che può ospitare700 iscritti ai corsi annuali, 12mila utenti, 8 corsi attivi, diversi atleti nazionali delle principali discipline legate al freestyle che, in aggiunta alla possibilità di organizzare eventi privati, aziendali, rende la location un polo duttile e adattabile ad ogni situazione.

Un’area di 10mila mq di cui 4mila di palestre e impianti polifunzionali e 6mila restanti per gli esercizi outdoor per chi ama e pratica ginnastica acrobatica, X-games, parkour, e winter freestyle.

Sinergia tra Andrea Poffe, Uisp e Banca Intesa

Un intervento da quasi 4 milioni di euro iniziato nel 2015 e portato a compimento con l’inaugurazione a settembre di quest’anno, effettuato in collaborazione con Uisp (Unione italiana sport per tutti), senza l’ausilio di fondi pubblici grazie alla sinergia tra Andrea Poffe, Antonio Iannetta (dirigente Uisp) e Banca Intesa.

In questa comunione di intenti Magnetti Building è stata incaricata come impresa esecutrice, garantendo la realizzazione di una struttura rispondente alle esigenze tecniche richieste e la sostenibilità energetica dell’edificio, perfettamente armonizzato con l’ambiente circostante.

Pannelli di copertura Supertermici

Magnetti Building ha offerto soluzioni uniche per la realizzazione di un impianto costruito mediante tegoli di copertura con luce di 30 m. In questo progetto sono stati utilizzati pannelli sandwich di copertura Supertermici realizzati con coibentazione in fibra minerale e con caratteristiche fonoisolanti e fonoassorbenti date dalle micro forature presenti sulla lamiera interna, che limitano la diffusione di fonti sonore sia verso l’esterno sia verso l’interno, eliminando l’effetto eco e migliorando l’acustica e il comfort sonoro, aspetto essenziale a livello di sicurezza, insonorizzazione e integrazione ambientale per una struttura con considerevole affluenza quotidiana.

Sistema Acqua-Stop e Matrice Reckli 2/128 Hudson

Tutto il rivestimento di copertura adotta il Sistema Acqua-Stop, una guaina in tpo completamente impermeabile integrata ai pannelli forniti in colorazione bianca, che li rende particolarmente performanti nella termoregolazione della struttura aumentando l’efficienza dei pannelli fotovoltaici in seguito installati. La gestione energetica avviene infatti nel totale rispetto dell’ambiente: l’impianto può infatti contare su 200 pannelli fotovoltaici, lampade a led e un sistema di riscaldamento che non ha bisogno di combustibili fossili, ma opera con pompe di calore, in ottica 100% green.

Il superamento delle difficoltà architettoniche e progettuali, la sostenibilità energetica dell’edificio e l’attenzione all’armonizzazione ambientale con il contesto circostante, sono state ottenute mediante una soluzione fondo cassero verniciata e completata con il pannello Matrice Reckli 2/128 Hudson di Magnetti Building.

Effettuato in collaborazione con Uisp, senza l’ausilio di fondi pubblici e grazie alla sinergia tra Andrea Poffe, Antonio Iannetta (dirigente Uisp) e Banca Intesa.

Chi ha fatto Cosa

Intervento: realizzazione impianto sportivo Zero-Gravity, Milano
Committente: Zero-Gravity, Milano
Progetto architettonico: Aquilino Donato Architetti Ingegneri, Castel Mella (Bs)
Prodotti Magnetti Building: pannello copertura compatto Supertermico, fonoassorbente, fonoisolante in fibra minerale; copertura con Sistema Acqua-Stop; tegoli per campate da 30 m; pannello Matrice Reckli 2/128 Hudson.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here