In cantiere | Edilizia residenziale

Borio Mangiarotti: avviati i lavori per il nuovo complesso residenziale Certosa 135

Al via il cantiere di Certosa 135, nuovo complesso residenziale di Borio Mangiarotti, progettato dallo Studio Calzoni Architetti, che sorgerà nei pressi del quartiere City Life a Milano. La conclusione dei lavori di realizzazione dei due edifici, per un totale di 27 appartamenti, tutti già venduti, è prevista per la seconda metà del 2023.

Sono stati avviati i lavori per la realizzazione di Certosa 135, il nuovo progetto di sviluppo residenziale di Borio Mangiarotti, da circa 8 milioni di euro, che sorgerà tra via Gallarate e viale Certosa, una zona di Milano in fase di trasformazione, alle porte di City Life e vicina ai principali nodi stradali di collegamento con le autostrade A4 e A52 e l’aeroporto di Malpensa.

Il progetto, firmato dallo Studio Calzoni Architetti, occupa un’area di circa 2.000 mq e prevede la demolizione di un edificio a destinazione commerciale (già realizzata) e la successiva costruzione di un complesso residenziale formato da due edifici di 5 piani ciascuno, per un totale di 27 appartamenti con tagli che vanno dai bilocali ai quadrilocali; al piano terra troveranno spazio i servizi comuni (portineria, locale biciclette, area lounge, area polivalente condominiale, area delivery), mentre al piano interrato sono previsti 29 box e un posto auto.

Borio Mangiarotti | Il complesso residenziale Certosa 135 progettato dallo Studio Calzoni Architetti.

Dal punto di vista architettonico, i due edifici saranno caratterizzati da facciate lineari e rigorose, armoniosamente inserite nel tessuto urbano esistente e rivestite con un intonaco a fasce orizzontali di colore diverso, che va dal verde/grigio del basamento alle tonalità meno sature dei piani superiori. Grandi logge, concepite come vere e proprie stanze all’aperto, si affacceranno sulla corte interna che ospita un giardino privato di circa 1.000 mq, con muri perimetrali rivestiti di edera, siepi di carpini bianchi a delimitare i percorsi, alberi ad alto fusto e, nella zona centrale, piante ornamentali le cui essenze favoriscono il benessere psicofisico.

L’intero complesso sarà dotato di un impianto fotovoltaico collegato in regime di scambio sul posto alla rete condominiale; ogni appartamento sarà inoltre predisposto per l’installazione di un impianto di ventilazione meccanica controllata che garantirà il corretto ricambio d’aria e dotato di un sistema di fan coil canalizzati per il condizionamento estivo, oltre a pannelli radianti a pavimento per il riscaldamento invernale. La conclusione dei lavori e la consegna degli appartamenti – che sono stati già tutti venduti – sono previste per la seconda metà del 2023.

Borio Mangiarotti | Il complesso prevede la realizzazione di due edifici da 5 piani ciascuno per un totale di 27 appartamenti. Nella corte interna troverà posto un giardino privato di circa 1.000 mq.

Certosa 135 è il primo dei nuovi progetti residenziali di Borio Mangiarotti in partenza quest’anno. Nell’ultimo anno sono stati invece completati circa 300 appartamenti: da Aurora – La nuova Milano da vivere, su un’area di 11.200 mq a Fiera Milano City, caratterizzato da una torre di 19 piani alta 70 metri, a BisleriLine in via Bisleri; da Montecuccoli 41, nel quartiere di San Gimignano a ovest della Città, fino a Monterosa 66, nell’omonima via; e Montello 6, affacciato sui caselli di Porta Volta.

A questi si aggiunge SeiMilano, il progetto di rigenerazione urbana firmato dallo Studio Mario Cucinella Architects (Mc A) che sta dando un nuovo volto a un’area di oltre 300.000 mq fra via Calchi Taeggi e via Bisceglie. L’intervento, che si concluderà entro la fine del 2022, prevede la realizzazione di circa 1.000 residenze in edilizia libera e convenzionata, 30.000 mq di uffici e circa 10.000 mq di funzioni commerciali, e un nuovo parco pubblico di oltre 16 ettari, progettato dal paesaggista Michel Desvigne. Fra i progetti di prossimo sviluppo anche quello residenziale di via Bistolfi, nei pressi dello Scalo Lambrate a Milano: 280 appartamenti, i cui lavori cominceranno all’inizio del 2022.

Borio Mangiarotti | Gli edifici, dalle facciate lineari e rigorose, ospitano all’ultimo piano grandi logge che affacciano sul giardino privato.

Borio Mangiarotti ha inoltre deciso di sostenere Necesse, il nuovo murale dello street artist Smoe che da qualche settimana sta cambiando il volto di una parete di 1.300 mq antistante il parco pubblico di via Breme, a poca distanza da Certosa 135. Necesse è anche un progetto di riqualificazione urbana avviato nel 2017 da Federico Guastoni del Comitato Petrarca, associazione milanese impegnata nella zona, con l’obiettivo di completare la valorizzazione dell’area attraverso un’opera capace di dare identità culturale al quartiere, a beneficio dei residenti e della collettività.

Edoardo De Albertis | Ceo Borio Mangiarotti.

Edoardo De Albertis | Ceo Borio Mangiarotti

«C’è un filo conduttore che lega la nostra attività: realizzare edifici nel rispetto di uno stile urbano sostenibile e all’avanguardia, coerente con il cambiamento e l’evoluzione della nostra città. Certosa 135 è un piccolo complesso a misura d’uomo, progettato intorno alle persone e alle loro esigenze per interpretare e soddisfare al meglio i bisogni abitativi contemporanei». (vb)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here