Professioni tecniche | Amministratori di condominio

Geometri e Anaci, collaborazione per la sicurezza della casa

Con il protocollo d'intesa siglato questa mattina il Consiglio Nazionale Geometri e gli amministratori di condominio appartenenti ad Anaci hanno ricordato alla filiera delle costruzioni la necessità di stringere alleanze tecniche per alzare l'asticella della qualità nella gestione immobiliare come base per la prevenzione del rischio sismico e affrontare gli interventi di riqualificazione profonda dei condomini.
Da sinistra, il presidente dei geometri Maurizio Savoncelli e il presidente di Anaci Francesco Burrelli firmano l’accordo di collaborazione per un lavoro sinergico fra i due enti finalizzato a una gestione immobiliare che possa garantire qualità nei processi di gestione immobiliare e contribuire alla prevenzione del rischio sismico.

Il presidente dei geometri Maurizio Savoncelli firmando l’intesa di collaborazione con Anaci questa mattina ha aggiunto un altro «mattoncino» alla costruzione di quel quadro organico d’iniziative fra i professionisti dell’edilizia, che a vario titolo hanno ruoli e responsabilità, affinché obiettivi come la sicurezza della casa, la prevenzione del rischio sismico e l’efficientamento del patrimonio edilizio esistente possano essere raggiunti. «Un’attività sinergica – ha ricordato Savoncelli – da svolgere congiuntamente anche per garantire una migliore informazione e una maggiore consapevolezza dei cittadini».

Il presidente nazionale di Anaci, Francesco Burrelli, dal canto suo, ha affermato di ritenere che «in questo periodo storico, la condivisione con la Rete delle Professioni Tecniche è di fondamentale importanza per implementare innovazione nell’attività di gestione immobiliare attraverso la manutenzione programmata e il perseguimento del miglioramento del rating di sostenibilità per le unità immobiliari». Burrelli ha anche auspicato un dialogo fattivo delle istituzioni deputate con i professionisti che consenta di migliorare il rapporto con i cittadini.

L’accordo unisce le competenze tecniche dei geometri e la funzione normativa degli amministratori condominiali e immobiliari per l’elaborazione di soluzioni e procedure condivise con oggetto la tutela, l’incentivazione e la messa in sicurezza della casa. Proposte da porre congiuntamente all’attenzione delle massime istituzioni pubbliche preposte, come la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il Ministero dello Sviluppo Economico.

Gli impegni inseriti in agenda

  • Il coinvolgimento della cittadinanza in iniziative tese alla puntuale e corretta conoscenza degli aspetti relativi alla sicurezza delle costruzioni (strutturali, sismici, energetici, impiantistici) a tutela della vita come bene superiore.
  • La diffusione capillare delle informazioni sui benefici fiscali previsti dalle misure pilastro approvate dalla Legge di Bilancio 2017: Ecobonus, Sismabonus, Cessione del credito d’imposta per i condòmini.
  • Il Registro dell’Anagrafe Condominiale da intendere come uno standard nazionale per la compilazione, sollecitando l’accesso e la fruizione dei dati nell’intero territorio nazionale. Un percorso che, in prospettiva e con il via libera della pubblica amministrazione, potrebbe condurre alla costituzione di un’unica banca dati pubblica su base nazionale.